Venerdi 20 ottobre 2017 14:30

Musei in Campania. 2015 anno d’oro, boom a Pompei e Capodimonte




ROMA - Buone notizie per i musei campani. Nell'anno appena concluso, la Campania è al secondo posto, dietro il Lazio, per visitatori e introiti (7.052.624 visitatori e 35.415.022 euro di incassi). Le statistiche dei siti museali in Italia, elaborate dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sono state presentate dal ministro Franceschini al Collegio Romano. «Quello che si è appena concluso - ha detto Franceschini - è stato l’anno d’oro dei musei italiani. Circa 43 milioni di persone hanno visitato i luoghi della cultura statali generando incassi per circa 155 milioni di euro che torneranno interamente ai musei attraverso un sistema premiale che favorisce le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà. Per la storia del nostro Paese è il miglior risultato di sempre, e non siamo in presenza di una tendenza internazionale, anzi siamo in controtendenza se si guarda ai dati usciti sulla stampa estera oggi». Per quanto riguarda i luoghi della cultura più visitati, gli Scavi di Pompei si piazzano al secondo posto su scala nazionale, dietro il Colosseo, con quasi 3 milioni di ingressi. Decima posizione in classifica per la Reggia di Caserta, vicina al mezzo milione di visitatori. Al tredicesimo posto il Museo Archeologico Nazionale di Napoli con 364.297 ingressi. Tra i siti culturali gratuiti primeggia il Pantheon che è stato visitato da un milione di persone in più rispetto allo scorso anno , a seguire il Parco di Capodimonte a Napoli, a conferma degli ottimi risultati dei musei campani. © Riproduzione riservata