Sabato 25 novembre 2017 12:06

Teatro San Carlo, grande successo per la prima della “Carmen”. Lunghi applausi per Mehta




Un lungo applauso a testimonianza dell'enorme successo della prima dell'opera di Georges Bizet "Carmen". Grande successo soprattutto per Zubin Mehta, vero artefice dello spettacolo. Contestazioni, invece, per la regia di Daniele Finzi Pasca. Una serata da ricordare per il Teatro di San Carlo gremito in ogni ordine di posti che ha salutato l’ingresso del Capo dello Stato con l’Inno di Mameli. Seduto nel palco reale, Mattarella è stato in compagnia della figlia Laura, del sindaco Luigi De Magistris, del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, del presidente della Corte Costituzionale Alessandro Criscuolo e del ministro Dario Franceschini con la moglie Michela Di Biase. Per l'occasione rispolverati smoking e abiti da sera eleganti finanche con strascico, così la il Massimo napoletano ha inaugurato la stagione lirica. In platea anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che nei giorni scorsi ha ribadito con forza la sua volontà di tenere Mehta a Firenze alla guida del Maggio fiorentino, Paola Severino, Gianni Letta insieme con la moglie. Un'atmosfera da grande soirée è quella che si respirava ieri sera al Teatro di San Carlo fra nobili di antico lignaggio, industriali, politici di grandi ambizioni e interessanti nomi della borghesia napoletana. «Il San Carlo non poteva cominciare meglio - ha dichiarato De Magistris ricordando l’invito a Mehta a diventare direttore stabile a Napoli - La presenza del maestro e del Presidente Mattarella fanno di questa serata un must per la città di Napoli e per il San Carlo». «Nella ristrutturazione è stato fatto un lavoro straordinario - ha aggiunto - il San Carlo non solo è il teatro più antico d’Europa ma vanta tecnologie moderne: ho detto da tempo che nessuna regione d’Italia come la Campania e nessuna città come Napoli hanno potenzialità di crescita. Servono solo scelte intelligenti e mirate». «Il San Carlo è il tempio della cultura - ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella - La cultura serve a tante cose, anche a sconfiggere la paura. La musica è una forma coinvolgente di cultura. Questa sera qui ci sono persone provenienti da tutto il mondo. La cultura raccoglie, unisce ed agevola la pace». © Riproduzione riservata