Mercoledi 20 settembre 2017 02:25

Gattini sacrificati alle divinità, in mostra le mummie dei felini al museo de L’Orientale a Napoli

17 maggio 2017



NAPOLI - Cinque mummie di gatto di 2500 anni fa saranno in mostra da domani al museo orientale "Umberto Scerrato" dell'Università degli studi di Napoli L'Orientale, a palazzo du Mesnil di via Chiatamone 62.

Si tratta di mummie che risalgono a 2500 anni fa, in un periodo compreso tra il 390 e il 170 a.C. La più lunga misura 56 centimetri, la più corta 31. Come specie, una è nilotica e le altre quattro libiche. All'interno ci sono scheletri di gattini uccisi, in onore delle divinità, in età compresa tra i 4 e gli 8 mesi.

Di questo genere di mummie, con la caratteristica dei tratti somatici dipinti a inchiostro, occhi rossi e neri, ce ne sono solo altre 25 in tutto il mondo. «Questo però - riferiscono i promotori della mostra - è l'unico gruppo di mummie di gatto in Italia». Di una in particolare, che ha la caratteristica di un motivo decorativo raro (losanghe a spina di pese), esiste solo un'altra simile al mondo.

© Riproduzione riservata