Giovedi 22 febbraio 2018 23:28

La collezione Morra trova casa a Materdei: un nuovo sito per oltre duemila opere d’arte
Palazzo Ayerbo D'Aragona Cassano si trasforma in Casa Morra, l'esordiente spazio museale per percorsi tematici e focus sugli artisti




NAPOLI - Ubicato in salita San Raffaele, nel quartiere di Materdei, vi è il palazzo monumentale Cassano Ayerbo D'Aragona e l'edificio si prepara a divenire un grande archivio d'arte contemporanea. Venerdì 28 ottobre, dalle ore 17.00, verrà inaugurato con il nome di "Casa Morra" e il nuovo sito conterrà oltre duemila opere. L'esordiente spazio museale, che accoglierà appunto la grande collezione Morra, offrirà al pubblico anche interessanti percorsi tematici, focus sugli artisti ed eventi.

La disposizione delle opere è resa unica dai quattromila metri quadri di spazio e ricorderà il "Gioco dell'Oca". Giuseppe Morra ha ideato questo percorso che contiene ben "cento anni di mostre" e spiega: «Si tratterà di cicli espositivi regolati dall'alchimia dei numeri 3 e 7 che coincidono di volta in volta con il numero di artisti presentati o la quantità di opere e sequenze di mostre». La collezione del gallerista è frutto di oltre quarant'anni di presenza attiva nello scenario internazionale dell'arte e ritiene che il recente progetto sia un'opera «per tutta la città, non per pochi addetti ai lavori».

L'allestimento del primo archivio del sito è stato affidato all'attore Tom Walker poiché sarà dedicato al Living Theatre, compagnia teatrale sperimentale contemporanea del quale Walker ha fatto parte. Quattrocento metri quadrati conterranno i documenti, disegni, lavori delle fondatrici Julian Beck e Judith Malina.

Casa Morra non sarà solo una sede espositiva ma anche un luogo per residenze d'artista e per studenti. L'intera iniziativa si inserisce nell'ambito del progetto "Il Quartiere dell'arte", di Giuseppe Morra, Pasquale Persico, Nicoletta Ricciardelli e Francesco Coppola, che mira alla riqualificazione sociale dell'area a ridosso del centro storico di Napoli.

INAUGURAZIONE - Il 28 ottobre apriranno le prime tre sale dedicate a Cage, Duchamp e Kaprow. Alle ore 19.00 andrà in scena "Cage 1-13", concerto in cui Daniele Lombardi guiderà l'esecuzione di tredici pièces di John Cage. Alle ore 21.00 ci sarà un secondo concerto con Emanuel Dimas De Melo Pimenta, un lavoro complesso creato per Morra ed elaborato integralmente in realtà virtuale, l'esibizione sarà aperta alla libera partecipazione del pubblico attraverso tre tracce audio che si potranno scaricare dal proprio dispositivo portatile.

Per ulteriori info è possibile contattare la Fondazione Morra telefonando al numero 0815641655 o scrivendo alla mail info@fondazionemorra.org.

© Riproduzione riservata