Giovedi 21 settembre 2017 19:26

Festa del 25 aprile, Liberazione all’insegna della cultura in Campania: 29 luoghi da visitare




Dopo una Pasqua e Pasquetta 2016 “col brutto tempo”, anche la Festa della Liberazione del 25 aprile pare destinata a non poter essere un’occasione da sfruttare per una giornata di sole, da passare al mare o immersi nella natura. Quest’anno infatti, pare davvero che le perturbazioni atmosferiche abbiano deciso di lasciare l’amaro in bocca a tutti coloro che vorrebbero approfittare di un giorno festivo per fare una gita. Non potendo puntare su una giornata all'aperto, meglio puntare lo sguardo alla cultura. A NAPOLI  -  La Certosa ed il Museo di San Martino offre al pubblico di visitare le sue sezioni quali la Chiesa (con ambienti annessi), il Refettorio, il Presepe, La sezione Navale, il Quarto del Priore (fino alla loggia), la Tavola Strozzi (immagini e memorie della città di Napoli), i Chiostri, l’Androne delle Carrozze e i Giardini. Il complesso è visitabile dalle 08.30 alle 19.30, fatta eccezione per Stazione Navale, Quarto del Priore e Tavola Strozzi che chiuderanno alle 17.10, ed i giardini che chiuderanno un’ora prima del tramonto. A Castel Sant’Elmo sarà possibile visitare le sezioni come la Grotta dell'Eremita (la caverna avrebbe accolto un asceta), il portale in piperno con lo stemma imperiale di Carlo V che raffigura un'aquila bicipite, i locali che un tempo avevano la funzione di carcere, la Piazza d'Armi e la Torre del Castellano. Da Piazza d’Armi è possibile accedere ad uno dei corridoi che mostrano davvero una vista mozzafiato della città di Napoli. L’orario di vista va dalle 08.30 alle 19.30. Nel Museo Duca di Martina alla Villa Floridiana sono visitabili due collezioni. Al piano seminterrato: la Sezione Orientale che è una collezione di arte dell’Estremo Oriente (ricca di circa duemila pezzi) che si colloca come una delle più importanti a livello nazionale e internazionale. Al piano terra: le maioliche rinascimentali di Deruta, Gubbio, Faenza, Palermo e quelle seicentesche di Castelli di Abruzzo; le ceramiche ispano-moresche decorate a lustro della manifattura di Manises; vetri di Murano, cristalli di Boemia, smalti di Limoges e oggetti in avorio di diverse epoche. L’orario di viste va dalle 08.30 alle 14.00. A Villa Pignatelli è possibile osservare tre sezioni: il Museo Pignatelli, il Museo delle Carrozze e il Parco. Il Museo nello specifico contiene la Veranda Neoclassica; la Biblioteca; e le varie sale come la Sala Pompeiana, la Sala delle Feste e la Sala da Pranzo; i Salotti Azzurro, Verde e Rosso e il Vestibolo. L’orario di visita va dalle 08.30 alle 19.00. Il Palazzo Reale di Napoli resterà aperto (tranne i giardini reali che sono chiusi per lavori di restauro) e l’orario di apertura al pubblico va dalle 09.00 alle 20.00. La Tomba di Virgilio si trova in un piccolo parco sito alle spalle della chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, racchiude una parte delle pendici orientali del promontorio di Posillipo. È nel 1930 che l’importante monumento del sepolcro romano, ivi ubicato, fu attribuita al poeta Publio Virgilio Marone. È visitabile dalle 09.00 alle 19.00. IN PROVINCIA DI NAPOLI - Il Museo archeologico dei Campi Flegrei è un museo ospitato nel Castello Aragonese di Baia (nel comune di Bacoli) ed offre ai visitatori le ricostruzioni del Sacello degli Augustali e del Ninfeo di Punta Epitaffio. Nella Torre Tenaglia c’è la prima sala che ospita la ricostruzione della facciata del Sacello di Miseno e le statue di Vespasiano e Tito ritratte in nudità eroica. Aperto dalle 09.00 alle 14.20. Il Museo storico archeologico di Nola propone al pubblico, attraverso un’ampia e ragionata scelta di materiali archeologici, la storia del territorio di Nola. Il percorso di visita inizia, al piano terra, dalla sezione preistorica e nella prima sala è illustrata l’attività vulcanica del Somma-Vesuvio. Nelle sale successive sarà possibile visitare: i reperti del Bronzo Antico caratterizzanti la facies di Palma Campania, i materiali che testimoniano l’effetto dell’eruzione delle c.d. Pomici di Avellino, la ricostruzione di una delle capanne rinvenute durante lo scavo dell’insediamento in località Croce del Papa a Nola, una sezione dedicata alle origini del Comune, le sale dedicate alla “Città dei Cavalieri” (con le tombe a cassa ed a semicamera dipinte che si susseguono al centro della sala) e la sezione dedicata al periodo del dominio romano. Al Primo piano: l’illustrazione delle testimonianze di età imperiale, una sala interamente dedicata alla c.d. villa di Augusto rinvenuta a Somma Vesuviana e una sezione dedicata alla fine del mondo antico ed all’età medioevale. Orario di visite dalle 09.00 alle 14.00. Aperti anche i siti degli scavi di Pompei (dalle ore 09.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00) e di Ercolano (dalle 08.30 alle 19.30), il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (dalle 09.00 alle 19.30), Il Complesso monumentale dei Girolamini (dalle 08.30 alle 14.00) e il Museo di Capodimonte (dalle 08:30 alle 19:30) che per questo giorno di festa nazionale ha anche previsto un percorso guidato “Nella Collezione Farnese e nell’appartamento storico del Museo di Capodimonte” (organizzato dall’Associazione Megaride). IN CAMPANIA - Fuori dal capoluogo campano ci sono altre molte altre possibilità di vivere la giornata all’insegna della cultura. Nel salernitano: la Certosa di San Lorenzo a Padula (09.00 - 19.30), il Museo archeologico nazionale e della media valle del Sele ad Eboli (08.30 - 13.30), il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno (09.00 – 19.00) e il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano (09.00 – 19.00). Nel casertano: il Museo archeologico dell'antica “Allifae” ad Alife (08.30 - 19.30), il Museo archeologico di “Teanum Sidicinum” a Teano (08.30 - 19.30), il Museo archeologico dell'antica Calatia a Maddaloni (09.00 – 20.00), il Museo archeologico dell'Agro atellano a Succivo (08.30 - 19.30) ed a Santa Maria Capua Vetere sia il Museo Archeologico dell’antica Capua e Mitreo (Museo  dalle 09.00 alle 19.30; Mitreo dalle 09.00 fino ad un’ora prima del tramonto) sia l’Anfiteatro Campano (dalle 09.00 fino ad un’ora prima del tramonto). Nel avellinese: Museo del Palazzo della Dogana dei Grani ad Atripalda (09.00 – 13.00; 16.00 – 20.00) e il Museo di San Francesco a Folloni a Montella (09.00 - 13.00). Nel beneventano è aperto il Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino a Montesarchio ed infine a Capri è possibile visitare sia Certosa di San Giacomo (09.00 – 14.00) sia la famosissima Grotta Azzurra (09.00 – 18.00). © Riproduzione riservata