Giovedi 23 novembre 2017 14:05

La voce delle cose, quando la poesia si fa ascolto del non detto




la voce delle cose_diario partenopeoVenerdì 20 marzo, presso la sala della Fondazione De Maritno (via Morghen 84, Napol), l'Associazione Culturale Habeas Corpus presenterà la silloge poetica di Carla de Falco: La voce delle cose, Montag edizioni. A introdurre sarà il Presidente dell’Associazione Umberto Schioppo. Modera Costanzo Ioni. Interverranno Flavia Balsamo e Matilde Iaccarino mentre le letture saranno affidate a Gianni Caputo e Anna Primo. L'iniziativa è promossa da #Io leggo perché con il patrocinio della V municipalità del Comune di Napoli. La voce delle cose è un insieme di poesie che incarna l'essenza stessa della poesia, cioè il farsi portavoce di tutto ciò che solitamente non trova ascolto, attenzione, nel fluire caotico del quotidiano. La poetessa qui si fa sacerdotessa di assenza strappando all'oblio del tempo, che dimentica e snatura, quelle cose, ricordi ed emozioni, che altrimenti andrebbero perdute: “Di me non domandare […] che vivo sognando la formula o l’antidoto per ingannare il tempo ed il suo pianto”. © Riproduzione riservata