Venerdi 26 maggio 2017 00:08

Fuor d’acqua-premio Vitaliano Corbi il concorso che premia i piccoli talenti




NAPOLI - Fuor d’acqua – premio Vitaliano Corbi è il concorso promosso dall’associazione culturale “étant donnés” che intende avvicinare il mondo della scuola a quello professionale dell’arte contemporanea essendo rivolto a tutti i circoli didattici, alle scuole secondarie di primo grado e agli istituti comprensivi di Napoli e provincia i quali potranno richiedere gratuitamente il modulo di iscrizione che può essere scaricato dal sito del premio (www.premiofuordacqua.it) entro il 1 marzo. Ispirato alla rassegna internazionale “Cowparade” ideata dallo scultore svizzero Pascal Knapp nel 1998, “Fuor d’acqua – Premio Vitaliano Corbi” è anche un omaggio all’impegno intellettuale ed artistico di Vitaliano Corbi, critico d’arte dal calibro nazionale e docente di estetica e pedagogia artistica, recentemente scomparso. Finalizzato ad emancipare una metodologia di tipo laboratoriale che privilegi e valorizzi lo spirito della partecipazione e della collaborazione, il concorso prevede che i giovani artisti lavorino in gruppo in modo da esprimere la loro creatività ed avvicinarsi e conoscere l’arte contemporanea. Gli artisti in erba, partecipanti al concorso, dovranno inventare, con l’aiuto di tutor interni alla scuola, una veste originale per una grande sagoma a forma di pesce, quale logo della rassegna e che sarà fornita gratuitamente, in piena libertà di tecnica e stile. Le opere di tutti i partecipanti verranno poi esposte dal 15 al 18 maggio presso le sale del Castel dell’Ovo e il giorno 16 maggio saranno sottoposte al vaglio di una giuria, composta da esperti del settore, che decreterà le tre migliori proposte delle scuole, valutate in base alla loro qualità, ricerca, innovazione, originalità e contemporaneità. I vincitori di ciascuna sezione riceveranno un premio in denaro e una scultura in argento. ‹‹Si tratta di un’esperienza unica nel suo genere che offre la possibilità ai giovanissimi di potersi esprimere attraverso l’arte – spiega Luigi Filadoro, organizzatore e ideatore del concorso – e di essere rappresentati di fianco ad artisti noti dell’arte contemporanea››. Inoltre, la preparazione del concorso sarà anche occasione utile per gli studenti degli istituti superiori Itcg Archimede, Ipss Cavalcanti, liceo statale Garibaldi e Itc Galiani di effettuare uno stage sul management dei beni artistici e culturali dove, a detta di Filadoro ‹‹impareranno l’organizzazione e la gestione di un bene culturale, oltre che del premio stesso al fine di ottenere un coinvolgimento attivo››. © Riproduzione riservata