Mercoledi 13 dicembre 2017 06:11

Teatro di San Carlo, per la prima volta un concerto per 1300 migranti. De Magistris: «Occasione significativa»

25 febbraio 2017



NAPOLI - Per la prima volta il teatro di San Carlo apre le porte ai migranti. Martedì 28 febbraio 2017 sono infatti attesi al Massimo napoletano 1300 migranti per assistere ad un concerto gratuito organizzato dal teatro stesso e dal Comune di Napoli su proposta dell'associazione 3 febbraio e di altre associazioni del territorio impegnate sui temi dell'accoglienza.

«Si tratta di un'occasione importante e significativa - sostengono il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l'assessore alla Cultura Nino Daniele che saranno presenti al concerto - che intende dimostrare concretamente il legame tra il teatro di San Carlo di Napoli e tutti gli abitanti della città indipendentemente dalla loro provenienza d'origine».

«Nel tempo in cui si ergono muri e si difendono frontiere e non le persone questa iniziativa indica un'altra strada. Per la prima volta nella storia - si legge in una nota della 3 febbraio - un teatro di questa levatura apre le porte alla gente del mondo. E' anche così che si afferma la piena accoglienza di tutti profughi e immigrati per una società libera aperta e solidale. Al concerto, con brani al pianoforte di opere di Verdi, Mascagni e Puccini, anche il coro del San Carlo».

© Riproduzione riservata