Sabato 18 novembre 2017 04:43

Pino Daniele Alive. Tra chitarre e ologrammi, nasce il museo dedicato al ‘Nero a metà’




NAPOLI - E' passato un anno e mezzo dalla morte di Pino Daniele. Napoli, però, non lo ha dimenticato. Le sue canzoni continuano a risuonare per le vie e nei mille vicoli della città. Anche nella strada a lui dedicata, a due passi dalla casa natale. Ora il suo ricordo sta per essere fissato in maniera ancora più vivida. All'interno del Museo per la Pace 'Mamt', in via Depretis 130, nasce un'esposizione permanente dedicata al cantautore. Al 'Nero a metà' è stato dedicato un intero piano, il secondo, dove tra ologrammi e cimeli, sarà possibile rivivere le emozioni della sua musica. Il museo si chiamerà 'Pino Daniele Alive' e racconterà quaranta anni di inimitabile carriera. Nonostante l'allestimento sia ricco di elementi digitali, gli smartphone dovranno essere consegnati all'entrata. Niente selfie, solo emozioni legati alla voce e alla personalità di Pino Daniele. L'iniziativa è stata presentata in anteprima ieri a Trani in occasione della maratona delle idee digitali DigithOn dal figlio del cantautore, Alessandro. «Una parte del tantissimo materiale selezionato per il museo sarà subito visibile, altre cose saranno aggiunte successivamente». I telefonini resteranno fuori «per potersi completamente immergere nel mondo e nelle note di mio padre e per potersi emozionare», spiega Alex. Sarà interessante conoscere come era Pino Daniele anche «prima di diventare Pino Daniele», attraverso i provini dei suoi primi tre dischi con chicche inedite come il primo spunto da cui nacque Napul'è'. All'interno del museo, naturalmente, non mancano le mitiche chitarre dell'artista. Tra le Fender e la mitica Suhr, è possibile ammirare da vicino gli strumenti con cui ammaliava i fan durante i concerti. L'esposizione permanente è stata realizzata dalla Fondazione Pino Daniele Trust Onlus in collaborazione con la Fondazione Mediterraneo. Il museo è visitabile gratuitamente, su prenotazione. Per prenotare, telefonare al al 340 80 62 908 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 15 alle 19) o scrivere una mail a info@mamt.it. Gli orari d'apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 13. © Riproduzione riservata