Mercoledi 18 luglio 2018 00:59

Il Museo archeologico di Napoli produrrà un videogame, sarà pronto nel 2017


Il Museo Archeologico di Napoli, reso autonomo un anno fa dalla riforma Franceschini e diretto da Paolo Giulierini, produrrà un videogame destinato al pubblico internazionale. Il progetto, annunciato alla Borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum, nasce con l'intento di diffondere nel mondo le meravigliose collezioni del Mann, nelle cui sale sono raccolti i tesori di Pompei ed Ercolano e la più antica raccolta di reperti egizi d'Europa.

Il gioco, ha anticipato Ludovico Solima, professore alla seconda università di Napoli, sarà ambientato principalmente nelle sale del Mann e sarà una piattaforma che si potrà scaricare gratuitamente. L'anticipazione è stata illustrata con i primi bozzetti del game designer e archeologo Fabio Viola, capo del progetto.

La presentazione ufficiale è prevista a novembre e il prodotto dovrebbe essere pronto  nel primo trimestre del 2017. Il videogame, prodotto in italiano e in inglese, è solo l'ultima delle iniziative lanciate dalla nuova gestione del museo, che alle più tradizionali mostre e conferenze ha affiancato negli ultimi mesi anche novità  destinate a segmenti di pubblico diversificati, come i reading con Erri De Luca o la pubblicazione di avventure a fumetti per incuriosire i più piccoli. I risultati, sottolineano dal museo, già si vedono: in un anno di autonomia i visitatori sono aumentati del 20 per cento.

© Riproduzione riservata