George Michael, lo spettro dell’eroina dietro la morte

27 dicembre 2016



LONDRA - Lo spettro dell'eroina si staglia dietro la morte di George Michael. L'indiscrezione è rivelata dal Daily Telegraph che ipotizza un'overdose dietro l'insufficienza cardiaca che ha strappato l'ex popstar alla vita il giorno di Natale. Secondo il Telegraph «nell'ultimo anno Michael ha lottato contro una crescente dipendenza dall'eroina». Nel frattempo il compagno della star, il parrucchiere Fadi Fawaz, ha rivelato di aver chiamato i soccorsi dopo aver visto George Michael senza vita, da solo nel suo letto il giorno di Natale ad ora di pranzo.

Ora la sua casa è diventata meta dei fan: nel quartiere di Highgate, a nord di Londra portano fiori, biglietti, qualche candela, fino davanti alla porta dell'abitazione. C'è anche chi lascia lunghe lettere in cui ricorda come le celebri canzoni dell'ex Wham gli abbiano cambiato la vita. Lo stesso sta accadendo nel villaggio di Goring-on-Thames, nel South Oxfordshire, di fronte alla casa di campagna del cantante,

© Riproduzione riservata