Giovedi 21 settembre 2017 03:38

Stabilimento Algida di Caivano, Unilever non si smuove: licenziamenti confermati




CAIVANO - Niente da fare. Unilever non si smuove. La multinazionale non recede dal proposito di licenziare 51 degli 806 dipendenti dello stabilimento Algida di Caivano. Nonostante lo sciopero di ieri, l'azienda ha confermato i tagli del personale. «La Unilever conferma la propria disponibilità a discutere dell'attuale situazione di crisi con la controparte sociale. Ma sui licenziamenti siamo irremovibili» è il contenuto della nota inviata ai sindacati. Poche garanzie, anzi nessuna, per chi rischia il lavoro. Unilever lamenta una bassa competitività da parte dello stabilimento caivanese, il cui rendimento è sotto gli standard aziendali. I licenziamenti, sostiene l'azienda, sarebbero dolorosi ma irrinunciabili dopo che la via della razionalizzazione dei costi non è servita a riportare il sito produttivo a livelli accettabili. «Unilever  - si legge nella nota - ribadisce dunque che l’iniziativa intrapresa è indispensabile per restituire competitività di lungo termine al sito di Caivano e, pienamente consapevole dell’impatto che tale decisione potrà avere, conferma la propria disponibilità a discutere dell’attuale situazione di crisi con la controparte sociale». © Riproduzione riservata