Giovedi 23 novembre 2017 17:39

Lavorare con voucher al Comune di Napoli, partita la selezione

08 dicembre 2016



NAPOLI - Il Comune di Napoli ha aperto la selezione di lavoratori disposti ad effettuare prestazione di lavori di tipo accessorio retribuiti mediante voucher, finanziati dalla regione Campania. Le modalità per presentare la candidatura sono riportate sul sito del comune, la selezione si concluderà alle ore 12 del lunedì 19 dicembre. Le domande devono essere presentate esclusivamente a mano presso il Protocollo Generale del Comune di Napoli (piazza Municipio – Palazzo S. Giacomo). Con questo intervento, Palazzo San Giacomo «intende sostenere i soggetti in situazioni di disagio economico dipendenti dalla crisi occupazionale e, pertanto, impiegare temporaneamente sul territorio le risorse lavoro altrimenti inattive, in lavori di pubblica utilità, che non determinano aspettative di accesso agevolato nella pubblica amministrazione».

Come funziona

Le attività d'impiego per queste risorse spaziano dal servizio di monitoraggio delle strade al servizio di apertura delle biblioteche pubbliche, dai lavori di giardinaggio e di emergenza a lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali e caritatevoli. Per partecipare alla selezione, i richiedenti non devono essere beneficiari di alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito; devono essere stati percettori di ammortizzatori sociali ed essere residenti nel Comune di Napoli alla data di oggi. Il pagamento dei tali prestazioni di lavoro occasionale accessorio avverrà attraverso il meccanismo dei 'buoni', il cui valore è pari a € 7,50 euro all'ora.

«Usiamo risorse regionali per aiutare cittadini in difficoltà»

«L'amministrazione comunale si sta impegnando fortemente nell'attivazione di tutte le possibili politiche attive per il lavoro e questa operazione ne è la prova» dichiara l'assessore al Lavoro e alle Attività Produttive, Enrico Panini. «Azioni come questa - prosegue Panini - puntano infatti a migliorare la capacità di un individuo di inserirsi o re-inserirsi nel mercato del lavoro. Le risorse regionali, per questa ragione, sono importanti e noi le vogliamo usare al meglio per il benessere dei cittadini in difficoltà e della città».

© Riproduzione riservata