Venerdi 22 settembre 2017 08:04

Sanità in Campania, rinnovati contratti per 350 ricercatori

08 dicembre 2016



NAPOLI - In attuazione della legge di stabilità, la ricerca nell'ambito della sanità in Campania potrà andare avanti.

Questo il sunto di un comunicato della Regione Campania, che recita: «Per gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) e per gli Istituti Zooprofilattici sperimentali (Izs), viene garantita la continuità delle attività di ricerca».

In particolare, a beneficiare dei fondi per la ricerca sarà l'istituto per la terapia oncologica Pascale, a Napoli, e l'istituto zooprofilattico di Portici, che «potranno continuare ad avvalersi del personale impegnato nella ricerca già in servizio alla data del 31 dicembre 2016».

Sono 350 in tutti i ricercatori che a Natale potranno tirare un respiro di sollievo: 200, quelli impegnati nei laboratori del Pascale, 150, invece, quelli dell'istituto zooprofilattico.

Un traguardo che ha incontrato anche il plauso del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che ha detto: «Si tratta di due importanti provvedimenti per i quali esprimiamo soddisfazione».

© Riproduzione riservata