Giovedi 17 agosto 2017 15:31

Il giradischi “made in Napoli” di Giuseppe Pinto punta a conquistare il mondo
Da un sottoscala a Materdei al Ces di Las Vegas, Giuseppe Pinto è pronto a fare strada con il suo On, il giradischi che unisce tradizione e innovazione.




«Il primo giradischi plug and play». Così Giuseppe Pinto, napoletano di Materdei, pubblicizza il suo On, acronimo di "Old" e "New". Lo ha sviluppato in un sottoscala nel centro di Napoli, dando sfogo alla passione per l'elettronica trasmessagli dal nonno. Nel suo laboratorio ha creato un vero e proprio gioiellino: On unisce la funzionalità della tecnologia di oggi con il sapore vintage del design retrò. Ma cosa ha di particolare il giradischi di Giuseppe? Sul sito viene presentato come un dispositivo capace di gestire «tutte le sorgenti, dall’analogico al digitale».

On, spiega il creativo napoletano, «si collega al computer con un cavo usb e ai dispositivi portatili (smartphone, tablet e lettori di musica digitale) attraverso un ricevitore audio Bluetooth. Accoglie in sé un preamplificatore valvolare con alimentazione dedicata e, a seconda delle esigenze, amplificatori a partire da 100 Watt fino a 500 Watt Rms». Il design del giradischi è ricercato e i materiali sono di prima qualità, dal piano impiallacciato con legni di prima scelta e la base e il piatto in Corian.

Il suo piccolo capolavoro arriva dopo altre creazioni. Il suo primo lavoro è un amplificatore per cuffia a tecnologia interamente valvolare, costruito interamente a mano. Successivamente si dedica alla ricerca, allo sviluppo e alla prototipazione - su progetti unici - di amplificatori di potenza valvolari e a stadio solido, di preamplificatori, di trasformatori di accoppiamento, di trasformatori di alimentazione e di uscita, di convertitori, di ricerca di componenti elettronici e di materiali. Poi arriva l'illuminazione di On. Si affida a due amici, Fabio Chianese ed Ettore Ambrosio, per il design e trova in Angelo Punzi, patron della Gma di Giugliano, il finanziatore giusto.

Il giradischi di Giuseppe è già richiestissimo. Riferisce Il Sole 24 Ore che, in occasione della High End di Monaco, 80 distributori hanno avanzato offerte per commercializzare On nei propri paesi. A gennaio è stato presentato alla Ces di Las Vegas, la Fiera internazionale dell’elettronica di consumo, ospite gratuito nel padiglione delle start up innovative.

© Riproduzione riservata