Sabato 18 novembre 2017 16:59

Mille lavoratori della sanità in piazza a Napoli contro i licenziamenti




NAPOLI - In mille si sono riuniti ieri a Napoli per la manifestazione regionale contro i licenziamenti nella sanità accreditata. I lavoratori hanno preso parte al presidio in Largo Berlinguer, intervenendo in un dibattito volto a costruire un fronte comune. Presenti la la segretaria generale nazionale della Fp Cgil, Rossana Dettori, e il segretario generale della Cgil Campania, Franco Tavella. «E' inaccettabile - ha affermato la Dettori - che qualcuno pensi di disdire il contratto. Siamo al fianco dei lavoratori licenziati, faremo della loro battaglia, la battaglia di tutti». Sulla stessa lunghezza d'onda Tavella: «Garantire il diritto al salario dei lavoratori e quello alla salute dei cittadini deve essere un obiettivo prioritario». «La grande manifestazione di ieri - fa sapere il segretario generale della Cgil funzione pubblica Angelo De Angelis - ha inteso portare all'attenzione dell’opinione pubblica tutte le criticità sistemiche del Settore della Sanità Accreditata affinché si avviasse una seria discussione nell'interesse esclusivo dei cittadini campani e dei lavoratori del settore». «Sono troppi anni - prosegue De Angelis -, tra riforme sbagliate e tagli indiscriminati, che i Livelli Essenziali di Assistenza (Lea) nella Regione Campania non sono assicurati, con le continue cessioni di sovranità dal settore pubblico a quello privato accreditato, che eroga ormai il 60% delle prestazioni». © Riproduzione riservata