Mercoledi 16 agosto 2017 15:21

Il Napoli Pizza Village si farà nonostante l’aumento della Cosap




NAPOLI - L'edizione 2015 del "Napoli Pizza Village" si farà. Salva, la manifestazione in programma sul lungomare partenopeo dal primo al 6 settembre prossimi. E' servito uno sforzo degli organizzatori e degli iscritti all'associazione "Pizzaiuoli napoletani" per garantire il regolare svolgimento della kermesse. Ribaltato l'indirizzo emerso nella giornata di domenica quando il brand manager del "Napoli Pizza Village" aveva dichiarato a "Il Mattino" che la manifestazione non si sarebbe tenuta a causa dell'aumento della Cosap, la tassa per l'occupazione di suolo pubblico aumentata del 328% così come deliberato dal consiglio comunale di Napoli a soli venti giorni dalla data d'inizio dell'evento. Gli organizzatori, nonostante l'incremento dei costi dovuti all'aumento della Cosap, hanno deciso di fare un sacrificio, evitando così di mandare in fumo il lavoro fatto in un intero anno di promozione, di accordi con vettori e operatori turistici, di contratti stipulati con gli artisti e con 500 pizzaiuoli in arrivo da cinque continenti. Grande solidarietà di tutti e grande impegno hanno portato alla decisione dopo 100 ore consecutive di confronti, accordi e riflessioni per tentare di arginare la problematica relativa al pagamento della Cosap. «Non possiamo compromettere il lavoro e i rapporti faticosamente costruiti in questi anni - hanno dichiarato gli organizzatori - L'immagine del brand e della città ne uscirebbero danneggiate e saremmo tutti accusati di poca serietà ed inaffidabilità, soprattutto da parte di quegli attori che operano nel mondo del turismo che, da un anno, lavorano ed investono in maniera diretta e indiretta sull'evento». © Riproduzione riservata