Pizzerie in Italia, l’avanzata dei titolari stranieri. Resiste solo Napoli




NAPOLI - La pizza, simbolo di Napoli e dell'Italia nel mondo, è sempre meno italiana. Il preoccupante dato emerge da uno studio della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese 2016. A Milano una pizzeria su due ha un titolare straniero così come Bologna dove solo il 55% dei proprietari è italiano. A comandare la particolare classifica sono gli egiziani che in città come Roma, Torino e lo stesso capoluogo lombardo pesano per oltre il 50% dei titolari stranieri. A Napoli, la patria della pizza, il dato scende vertiginosamente. Il 99% delle pizzerie napoletane ha titolari italiani ma paradossalmente compongono solo il 12% dell'offerta ristorativa del capoluogo campano. Il rapporto pizzerie ristoranti è molto più alto a Bologna e Roma dove in almeno un punto di ristoro su quattro troviamo un forno per la pizza. © Riproduzione riservata