Giovedi 23 novembre 2017 06:16

La Regione Campania cede la Caremar, la compagnia diventa privata




NAPOLI - La Caremar, acronimo di Campania Regionale Marittima, è da oggi un'azienda privata. La Regione Campania, detentrice dell'azienda dal 2009 il trasferimento ex lege a titolo gratuito da Tirrenia, ha ceduto il 100 percento del pacchetto azionario a Snav (società del gruppo Aponte), che l’acquisisce attraverso un raggruppamento temporaneo di imprese con Rifim, società mandante e holding finanziaria (controllante di Medmar Navi, compagnia di trasporto rotabili e passeggeri). Snav aveva vinto nel 2013 la gara per acquisire la compagnia di navigazione, fondata nel 1975, ma ha dovuto attendere due anni prima di arrivare alle firme. Il punto di svolta è stato il via libera dell'Antitrust all'operazione, arrivato nel febbraio del 2014. La società di Aponte si aggiudica, dunque, la Caremar per sei milioni di euro circa. La durata dell'affidamento del servizio per nove anni con 10 milioni circa di contributi statati annui. All'epoca della gara di assegnazione, il criterio era  la presentazione di un’offerta al rialzo sul valore della società, rapportato al valore di mercato, e di un’offerta al ribasso sui contributi statali, fissati a 19 milioni annui. Snav riuscì a battere i due principali competitors, Tomasos e Alilauro-Gruson, superandoli proprio sul ribasso dei contributi. Soddisfatto per l'operazione di cessione il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Abbiamo firmato l’atto di vendita  della Caremar a soli sette giorni dall’insediamento del consiglio regionale, concludendo un processo di dismissione avviato nel lontano 2012. Da questa vendita ci attendiamo un miglioramento dei servizi per i cittadini, eliminando al contempo perdite per l'ente». © Riproduzione riservata