Almaviva, è il giorno decisivo: incontro al Mise tra azienda e sindacati

19 dicembre 2016



NAPOLI - I lavoratori di Almaviva stanno per conoscere il proprio destino. Oggi è in programma al Mise l'incontro conclusivo tra i vertici aziendali e le organizzazioni sindacali. Una giornata campale  per gli 843 lavoratori della sede di via Brin che attendono buone notizie, così come gli 1668 impiegati della sede romana. La trattativa si preannuncia in salita. Le posizioni sono distanti e toccherà al viceministro Teresa Bellanova ricondurre le parti sulla strada di un accordo che possa scongiurare 2511 licenziamenti. In caso di mancato accordo, già mercoledì prossimo potrebbero iniziare a partire le lettere di licenziamento.

Nel frattempo, da questa mattina, è presente un presidio dei lavoratori dinanzi ai cancelli dello stabilimento di via Brin, in vista dell'incontro di oggi. Centinaia di dipendenti, a bordo di bus, stanno raggiungendo la Capitale per seguire da vicino l'evoluzione della trattativa che, come ha ribadito il segretario della Slc Cgil di Napoli, Osvaldo Barba, «è in un momento disperato». «Oggi alle 15 - ha ricordato Barba - è stato convocato il tavolo ministeriale. Siamo davanti a una rottura tra azienda e sindacato e non abbiamo ancora ricevuto una presa di posizione forte da parte del ministero. Le sollecitazioni della Regione e del Comune ci sono state per evitare gli 845 licenziamenti, ma in questo momento vogliamo dal ministero un intervento forte».

© Riproduzione riservata