Domenica 24 settembre 2017 01:26

Apple a Napoli, raggiunto l’accordo: sede operativa nell’ex Base Nato di Bagnoli

20 febbraio 2016



NAPOLI - È stata raggiunta, dopo giorni di indiscrezioni e congetture, l'intesa sulla sede operativa destinata ad ospitare il primo polo formativo europeo dedicato alla programmazione di App per il sistema operativo iOS. La scelta, concordata tra Governo, Regione e l'azienda di Cupertino, è ricaduta sul Collegio Costanzo Ciano di Bagnoli, Base Nato fino al 2012, preferita al Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio ristrutturato di recente grazie ai fondi europei del Pos Fesr 2007-2013.

L'area ex Nato del Collegio è stata visitata negli scorsi giorni da un rappresentante del colosso statunitense, accompagnato dal commissario straordinario dell'ente morale, Sergio Sciarelli, al quale è appena subentrato Mario Sorrentino, professore ordinario di Business planning e Creazione d'impresa e docente di Economia e gestione delle imprese presso la Seconda Università di Napoli. La sua nomina, risalente a giovedì scorso, decorrerà dal prossimo lunedì 22 febbraio quando, entrato nel pieno delle sue funzioni, il nuovo reggente incontrerà i rappresentanti della Apple e del governo per presentare il proprio progetto e chiudere definitivamente la pratica nei primi giorni di marzo.

Il tutto con il coordinamento di Invitalia che, in qualità di soggetto attuatore della bonifica di Bagnoli, guiderà il percorso di trasformazione urbana dell'ex area industriale di Napoli: il patto per il Sud voluto da Renzi stanzia infatti 150 milioni di euro per la riqualificazione urbana di Bagnoli, nella quale è prevista anche la ristrutturazione del complesso dell'area ex Nato e, nello specifico, la creazione di un parco sportivo, di un polo di bioscienze e del distretto tecnologico della Campania, incluso un parco per l'Information and communication technology, di cui dovrebbe far parte la stessa azienda statunitense.

L'area di Bagnoli, finora completamente abbandonata, sarebbe stata preferita alle altre anche per un altro motivo: nelle intenzioni della Apple c'è la volontà di creare un polo che assomigli il più possibile alla sede californiana dotata di un campus con ampi spazi verdi dove i giovani cervelli possano programmare le future applicazioni informatiche dedicate ad iOS. I suoli su cui si estende l'ex Base Nato di Bagnoli sono di proprietà della Fondazione Banco di Napoli per l'Assistenza all'Infanzia, con la quale l'azienda di Steve Jobs stipulerà un contratto di locazione.

© Riproduzione riservata