Vertenza Almaviva, stop ai licenziamenti: proposti sei mesi di contratti di solidarietà




NAPOLI - Per far fronte alla vertenza Almaviva, il viceministro dello Sviluppo economico, Teresa Bellanova, ha proposto all'azienda e ai sindacati un percorso di sei mesi con verifiche mensili sull'andamento della società e del settore dei call center, che offrono servizi anche per Enel, e un nuovo accordo di solidarietà. Il nuovo accordo, secondo quanto appreso, partirebbe dal documento con cui l'azienda ha aperto la procedura di licenziamento collettivo per far fronte ai 2.988 esuberi tra cui 1.670 a Palermo, 918 a Roma e 400 a Napoli. «Se le parti raggiungono un'intesa, il governo si impegna ad un monitoraggio mensile dell'accordo - ha detto il viceministro - Ci siamo seduti intorno a questo tavolo per chiudere positivamente e trovare un accordo». © Riproduzione riservata