Martedi 12 dicembre 2017 01:42

Napoletani tartassati dalla tasse, sono i secondi più colpiti in Italia




Le famiglie più tartassate d'Italia abitano a Reggio Calabria, al secondo posto quelle di Napoli. E' quanto emerge da uno studio della Confartigianato di Mestre sui dati a disposizione del Ministero dell'Economia e delle Finanze. L'indagine tiene conto del peso complessivo di Irpef, addizionali comunali e regionali all'Irpef, Tasi, bollo auto e Tari. Nel capoluogo campano le tasse che gravano su una famiglia media pesano 7.658 euro. Il terzo posto è occupato da Salerno: lo sforzo fiscale richiesto alle famiglie residenti in questa città è di 7.648 euro. Ai piedi del podio si collocano Messina (7.590 euro), Roma (7.588 euro), Siracusa (7.555 euro), Catania (7.547 euro) e Latina (7.540 euro). La prima città del Nord è Genova che si “piazza” al tredicesimo posto, con 7.405 euro. Le città meno tartassate, invece, si trovano a Nordest: nelle ultime 6 posizioni ben 4 sono occupate da Comuni veneti e friulani: Verona (7.061 euro), Vicenza (6.986 euro), Padova (6.929 euro) e Udine (6.901 euro). Tali risultati risultati emergono da una ricerca effettuata dall’Ufficio studi della Cgia che ha analizzato il carico fiscale gravante per l'anno 2015 su una famiglia media composta da un lavoratore dipendente con coniuge e figlio a carico. La famiglia tipo, insomma. Un nucleo familiare “tipo” ha un reddito annuo di 31.000 euro (pari a una retribuzione mensile netta di 1.900 euro),vive in un’abitazione di proprietà di 100 metri quadrati (rendita catastale di 500 euro) e possiede un autovettura di media cilindrata. © Riproduzione riservata