Homi, Il Made in Campania protagonista alla fiera di Milano




NAPOLI - Parola d'ordine promuovere il made in Campania. Significativa è stata così la partecipazione di tredici piccole e medie imprese campane al salone internazionale della casa presso la fiera di Milano, Homi. Nel corso del salone, in programma dal 19 al 22 gennaio, la Regione Campania ha messo in atto il piano di potenziamento della promozione del made in Campania, con il coordinamento dell'assessorato alle Attività Produttive, attraverso l'attuazione di una serie di interventi per migliorare il posizionamento dei settori tradizionali della regione, favorendo, in particolare, la promozione dei settori produttivi di eccellenza tra i quali la ceramica, la porcellana, il vetro, il legno, il tessuto, il ferro battuto, i complementi d'arredo, l'oreficeria ed infine gli accessori di moda. Le imprese che hanno partecipato a Homi sono state: Ties sas, Del Gatto Maria Anna, Rotondo Antonio, Ventrella Asad, Andrea Cardone srl, Fonderia Artistica Ruocco srl, Artemarena srl, Capodimonte Porcellane d'arte, Sbordone e C. sas, Barile Biagio, Consorzio Campania Expo, L.B. di Teresa Cipriani ed infine Brigante Engineering  srl. Numerose sono state le opportunità che Homi ha offerto tra incontri di business tra le imprese campane e potenziali compratori provenienti da mercati strategici come Cile, Messico, Russia e Giappone, dove proprio con quest'ultimo le imprese del comparto di gioielleria hanno concluso un accordo commerciale. «Con la partecipazione delle nostre Pmi ad Homi 2014 - ha dichiarato Fulvio Martusciello, assessore regionale alle attività produttive - riparte la promozione del made in Campania. Le nostre eccellenze ci rendono unici e attrattivi sui mercati esteri, non a caso nel corso della manifestazione compratori giapponesi hanno mostrato il loro interesse. Sono sicuro, che grazie all'export e all'internazionalizzazione le nostre imprese percorreranno la strada maestra per uscire dalla crisi». © Riproduzione riservata