Mercoledi 20 settembre 2017 04:08

Perchè Apple ha scelto Napoli? Cook: «Vogliamo dargli una mano»




Ha fatto grande scalpore la scelta di Apple di aprire la scuola per lo sviluppo delle App a Napoli. Il capoluogo partenopeo, colpito da un fenomeno di desertificazione produttiva negli ultimi 30 anni, non appare sulla carta come la scelta naturale per un sito del genere. Le ragioni della scelta sono state spiegate da Tim Cook, Ceo della multinazionale di Cupertino, in un'intervista realizzata da Digital Champions. «Abbiamo scelto Napoli per lo spirito imprenditoriale della città e, francamente, perché da un punto di vista economico credo che lì possiamo dare una mano, fare maggiormente la differenza». La scelta della metropoli del mezzogiorno è dunque una sfida: Apple ritiene di poter incidere maggiormente sul tessuto economico locale aprendo a Napoli piuttosto che  al Nord. Lo conferma lo stesso Cook, che ha promesso di venire in città quando aprirà la nuova scuola. «Quando dissi a Renzi che avremmo voluto aprire una scuola per sviluppatori di app - ricorda Cook -, lui mi chiese di immaginare una linea che divide l'Italia in due. Sopra, spiegò, ci sono dati demografici ed economici più alti dei paesi più ricchi d'Europa; sotto, invece, siamo ai livelli della Grecia. Questo discorso ci ha molto colpito e per questo abbiamo deciso di andare sotto la linea. E Napoli ci è sembrata la scelta più logica». © Riproduzione riservata