Venerdi 18 agosto 2017 03:20

Allarme siccità in Campania, la Regione chiede lo stato di calamità
Dal dicembre scorso i millimetri di pioggia caduti, in particolare nelle aree pianeggianti della regione, sono prossimi allo zero. La criticità perdura tutt'oggi e risulta accentuata dalle elevate temperature delle ultime settimane

28 giugno 2017



NAPOLI - La Giunta regionale della Campania, su proposta del presidente Vincenzo De Luca, ha chiesto al ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali il riconoscimento dello stato di calamità per la siccità che ha colpito il territorio regionale nel periodo dicembre 2016-giugno 2017.

«I dati pluviometrici registrati dalle diverse stazioni presenti in Campania evidenziano infatti - si spiega in una nota - che dal dicembre scorso i millimetri di pioggia caduti, in particolare nelle aree pianeggianti della regione, sono prossimi allo zero. Tale criticità perdura tutt'oggi e risulta accentuata dalle elevate temperature che si stanno registrando nelle ultime settimane».

«L'eccezionale protrarsi della siccità – dichiara Franco Alfieri, consigliere del governatore De Luca all’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca – sta provocando notevoli danni alla produzione agricola regionale, che hanno superato notevolmente la soglia del 30%, limite previsto dalla normativa vigente per dare corso alla richiesta di declaratoria dello stato di calamità. Gli uffici dell’assessorato sono al lavoro - ha aggiunto - per qualificare e quantificare i danni subiti dalle imprese agricole e per delimitare il territorio interessato da questa grave emergenza».

Articoli correlati

E' allerta caldo torrido

«La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee». HA affermato Fabio Tortorici, presidente della fondazione centro studi del Consiglio nazionale dei geologi. «A grande scala - continua - stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso una desertificazione di parte del nostro territorio, ma la siccità è un fenomeno naturale che periodicamente si ripresenta con picchi che mettono a dura prova l’uomo, le sue attività produttive e l’ambiente. Malgrado questo fenomeno si verifichi ripetutamente, non si è riusciti a mettere in campo, per tempo, misure di contrasto alla siccità. Da decenni, noi geologi abbiano lanciato un grido di allarme sulla questione "risorse idriche", sia dal punto di vista quantitativo sia qualitativo».

© Riproduzione riservata