Mercoledi 19 settembre 2018 07:06

Dopo Londra e New York, sbarca a Napoli l’aperitivo di Travelers and the City


"Halloween in neapolitan sauce", la notte delle streghe in salsa napoletana. Il 31 ottobre arriva a Napoli - prima città in Italia - il progetto "Travelers and the city" che propone un happy hour internazionale in un museo, in un sito non convenzionale che racconti la storia della città e metta in rete la gente nella vita reale. L’attenzione ai dettagli, in ogni parte del mondo, inizia già dalla scelta della location, sempre orientata verso luoghi caratteristici o ricchi di storia. Dopo il successo riscosso con gli eventi nel Museo di storia naturale di Londra e al Moma di New York, la formula sbarca nel cinquecentesco chiostro di Made in cloister a Porta Capuana, luogo che ha incantato artisti come Lou Reed e Patti Smith.

A chi le ha chiesto perché avesse scelto proprio Napoli come prima tappa italiana, Michelle Bailey - coordinatrice del progetto - risponde: «Tutti dicevano di partire da Roma, ma credo sia Napoli la vera capitale dell’arte in Italia. Travelers and the City per me è l’unione di ciò che amo, con ciò che mancava durante i miei viaggi, un momento d’incontro artistico-culturale tra il turista e le persone del posto» spiega Michelle e continua dicendo: «Napoli è uno dei posti più incredibili che abbia mai visitato ed al contrario delle notizie che mostrano i media all’estero, anche le persone lo sono».

L'evento organizzato accanto alla chiesa di Santa Caterina a Formiello da Travelers and the city e Visit Naples, proporrà una serata ricca di colpi di scena, in occasione proprio del “Bank Holiday” anglo-americano, con scenografie particolari, musica jazz e swig e degustazioni di vino e prodotti tipici.

 

© Riproduzione riservata