Sabato 18 novembre 2017 16:57

Presepe vivente tra le strade di Secondigliano

21 dicembre 2016



Si svolgerà per la prima volta nel quartiere Secondigliano della periferia nord di Napoli il Presepe vivente. L'iniziativa, promossa dalla parrocchia dell'Immacolata Concezione a Capodichino si svolgerà il 28 e 29 dicembre e il 5 gennaio alle 18:00.

Un evento importante che, attraverso il tema religioso, affronterà nelle vesti di parabola il problema dell'immigrazione e dell'accoglienza. Giuseppe e Maria saranno infatti una coppia siriana, i Re Magi saranno rappresentati da un medico, un pescatore e una guardia costiera mentre la culla, infine, assumerà la forma di un barcone, in memoria delle oltre cinquemila vittime che solo nel 2016 hanno perso la vita durante la traversata nel Mediterraneo. Queste saranno solo alcune delle 35 interpretazioni che insieme formeranno il Presepe vivente di Secondigliano.

Lo sfondo della scena della natività sarà la riproduzione de Le sette opere di misericordia, dipinto del Caravaggio al quale si aggiungeranno 15 pannelli disseminati per le strade, tutti sul tema della misericordia corporale e spirituale.

Coordinato da Bruno Capone, Paola Ciriello, Emanuele Raiano e Costanza Vergolino, l'evento sarà a partecipazione gratuita con una piccola donazione destinata alle vittime di Aleppo.

© Riproduzione riservata