Grandi ospiti sul sagrato del Duomo di Napoli per il San Gennaro Day




Tutto pronto per il San Gennaro Day, la kermesse che vedrà avvicendarsi ospiti che ogni giorno rappresentano al meglio la città di Napoli. Giunto ormai alla terza edizione, il premio riconosce il "miracolo" terreno dell'arte, dell'imprenditoria, della musica, della cultura e della meridionalità. Venerdì 25 settembre, sul sagrato del Duomo di Napoli, una grande maratona di suoni, emozioni e grandi momenti di spettacolo. Tantissimi i nomi che si avvicenderanno sul palco, tra cui spicca il nome di Belen Rodriguez. Oltre alla show girl, saranno premiati il re della comicità napoletana Vincenzo Salemme, che ha portato l'umorismo del Sud in tutta Italia, e James Senese che, con il suo sax e la sua voce, racchiude in se’ “dolore, voce e rabbia” della città. Spazio al cinema d’autore con Iaia Forte, premiata per suoi ruoli indimenticabili e sempre “napoletani”, ed ancora la solidarietà della Comunità di Sant’Egidio, la voce bruna di Valentina Stella, la memoria di Umberto Bile, l’impegno del giornalista Vincenzo Iurillo, la stilista Renata Gatta e il talento di Jorit Agoch per il suo San Gennaro sul muro di Forcella, la musica della giovanissima band La Maschera e di Loredana Daniele. La kermesse si aprirà con la presenza dell’avvocato Gerardo Marotta che terrà una Lectio Magistralis al popolo di san Gennaro. Ad accogliere i premiati, come sempre, ci sarà Gianni Simioli, direttore artistico dell'evento, che condurrà la serata accanto ad Anna Trieste, web star napulegna doc. Direttamente da New York, Rocco Hunt sarà l’inviato speciale del San Gennaro Day che, durante la serata apparirà in diretta  sul maxi schermo allestito sul palco della Kermesse, direttamente da Little Italy. Peppe Iodice e Nico e i suoi desideri porteranno allegria ed ironia sul palco tra una premiazione e l'altra. La colonna sonora quest'anno sarà affidata ai Bottari della Cantica Popolare. Il San Gennaro Day è un evento organizzato dalla Jesce Sole all’interno del progetto Imago Mundi, con il patrocinio del comune di Napoli e della Curia. © Riproduzione riservata