Mercoledi 20 settembre 2017 11:10

Gay Pride 2016 a Napoli. Corteo tra Fuorigrotta e Bagnoli, la madrina è Cristina Donadio




NAPOLI - Torna il Gay Pride a Napoli. La grande novità del 2016 è la location: niente centro, stavolta la manifestazione si terrà tra Fuorigrotta e Bagnoli il prossimo 28 maggio. La partenza è fissata in piazzale Tecchio, poi il corteo raggiungerà, sfilando per le strade del quartiere, viale della Liberazione, con conclusione negli spazi ex Nato. La madrina di questa edizione sarà Cristina Donadio, attrice napoletana attualmente sugli schermi televisivi nel ruolo di Scianel in “Gomorra 2”. GRANDE ATTESA -  L’evento è stato anticipato nei giorni scorsi da uno spot diretto da Elena de Candia diffuso nel circuito VideoMetrò e da una campagna affissioni nelle Metropolitane, nelle Funicolari e in Circumvesuviana. «Vogliamo ribadire alla politica territoriale e nazionale che l’investimento sui diritti civili e sulla felicità dei propri cittadini può portare benessere, sviluppo e lavoro - spiega il comitato organizzatore  Campania Rainbow - serve un percorso politico che possa garantire un coinvolgimento diretto delle persone sulle decisioni che riguardano le scelte sui diritti civili e di cittadinanza». IL SENTIERO DEL PROGRESSO - Quella del 2016 è la prima edizione del Gay Pride dopo l'approvazione della legge sulle unioni civili in Parlamento. Un passo importante verso un'Italia nuova, scevra da pregiudizi e omofobia. Ma restano le criticità sulle condizioni di vita della comunità Lgbt a Napoli. Basta ricordare l'aggressione ad una giovane transessuale, ferita ad Agnano la scorsa settimana, o l'uccisione di Ketty, anziana trans, consumata a marzo in viale Giochi del Mediterraneo. L'ultimo episodio di intolleranza si è consumato di recente, con lo sversamento di rifiuti all'esterno dell'ingresso della sede napoletana dell'Arcigay. © Riproduzione riservata