Martedi 22 agosto 2017 14:56

La nuova edizione di Futuro Remoto a Piazza del Plebiscito




Si svolgerà dal 7 al 10 ottobre la nuova edizione di Futuro Remoto, la manifestazione di divulgazione scientifica, in Piazza del Plebiscito nel cuore di Napoli. Giunta ormai all'edizione numero 30, il tema dell'evento sarà per quest'anno Costruire. La piazza simbolo della città ospiterà il Villaggio della Scienza con 9 isole tematiche in cui si terranno convegni, esperimenti, workshop, lezioni, letture, rappresentazioni, spettacoli e concorsi. Novità di quest'anno sarà la partecipazione all'evento anche dei bar limitrofi al villaggio in cui si ospiteranno numerose attività e punti d'informazione in cui confrontarsi sui principali temi scientifiche e sugli argomenti trattati in piazza. Dopo il successo della prima edizione, l’Assessorato all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania porta al centro di Futuro Remoto il Big Hack, il più grande Hackathon di Italia a tema IoT legato alla Maker Faire Rome 2016. L'evento che si svolgerà l'8 e il 9 ottobre sarà rivolto a sviluppatori, ingegneri, designer, startupper, studenti, maker ma anche a chi lavora nel mondo della comunicazione. I partecipanti possono liberare la propria creatività per sviluppare applicazioni innovative capaci di migliorare molti aspetti della vita quotidiana di milioni di persone. Numerosi saranno i nomi noti del mondo scientifico che prenderanno parte attivamente alla manifestazione con conferenze e dibattiti. Tra questi l'astronauta Samantha Cristoforetti, il fisico Roberto Battiston e il divulgatore scientifico Piero Angela. Quest'ultimo parteciperà alla conferenza di apertura che si terrà a Città della Scienza il 6 ottobre alle 19.00. Per partecipare all'evento è necessario prenotarsi al sito della conferenza inaugurale. Tutti gli eventi, ad ingresso gratuito, saranno suddivisi in 9 aree tematiche differenti: Terra Madre Organizzata in collaborazione e con il contributo dell’Università degli Studi di Salerno l'area tematica si occuperà di attività legate ai progetti per lo studio e per il monitoraggio dello stato del clima e dell’ambiente e alle ricerche sui cambiamenti climatici. Saranno, inoltre, presentate le tecnologie innovative per la produzione e l’uso dell’energia con un’attenzione particolare per l’energia da fonti alternative. Odissea nello spazio Le Istituzioni Accademiche Campane, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, gli enti di Ricerca, attraverso le loro sedi sul territorio, le industrie e le associazioni culturali presenteranno le proprie ricerche e i risultati ottenuti attraverso l’invio di satelliti per la difesa, la sicurezza, la tutela ambientale e le telecomunicazioni, di sonde per l’esplorazione dei Pianeti del Sistema Solare, oppure indirettamente andando a studiare le particelle elementari provenienti dai punti più remoti dell’Universo. Smart cities Organizzata in collaborazione e con il contributoUnipolSai Assicurazione S.p.A, all'interno dell'area tematica sarà possibile immaginare la città del futuro grazie a esempi concreti di come la tecnologia può aiutare a rendere più sostenibili i processi urbani e funzionale l’organizzazione dei servizi al cittadino. Mare Nostrum Uno spazio interamente dedicato alla ricerca per la valorizzazione del mare e delle sue risorse e nel quale saranno svolte attività che aiuteranno a comprendere le caratteristiche degli ecosistemi marini. Comunico ergo sum Il padiglione che  propone un affascinante percorso su come e cosa comunichiamo, perché si possa raccontare qualcosa di più su cosa siamo e cosapotremmo essere, grazie soprattutto all'applicazione pratica delle scoperte scientifiche alla vita quotidiana. IV rivoluzione industriale Adottata dalla Camera di Commercio di Napoli, l'area tematica racconterà le nuove tecnologie che saranno la linfa che scorrerà nelle manifatture del futuro, con la possibilità di cambiare profondamente le nostre vite. Corpo e mente Il Corpo e la Mente sono inseparabilmente associati ai concetti di Salute e di Benessere e sono al centro dell’attenzione generale in tutti i Paesi avanzati: a questo tema sono dedicati i più alti investimenti pubblici, con grandi ricadute in termini di durata e qualità della vita. Orizzonti mediterranei Organizzata in collaborazione e con il contributo dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, l'isola tematica racconta lo sguardo di chi ha provato a solcare questo mare per passare da una parte all’altra è rimasto troppo spesso senza approdo. Il futuro del cibo Nello spazio saranno presentate esperienze pratiche per mostrare come il cibo ha caratterizzato la storia dell’umanità e l’evoluzione biologica e sociale dell’uomo.