Lunedi 20 novembre 2017 04:54

“Overcome”, gli Indubstry presentano il nuovo album al Pompei Lab




A distanza di quattro anni dal primo "Push" (2012), gli Indubstry tornano con il secondo lavoro discografico dal titolo "Overcome", prodotto dall'etichetta indipendente Suonivisioni e distribuito da Audioglobe. La band campana presenterà il nuovo album venerdì 1 luglio al Pompei Lab, a partire dalle ore 22.00. Disponibile dal 24 giugno in tutti i migliori negozi, il nuovo disco degli Indubstry segna una certa continuità con il proprio percorso musicale, che si inscrive nelle sonorità raggae e  dub, ma dimostra una rinnovata ricerca per quanto riguarda le melodie e il linguaggio: «Il nuovo album ci vede più consapevoli di chi siamo e del nostro modo di concepire quello che facciamo. Dopo 6 anni di lavoro insieme e 3 di tour è normale che ciò accada. Il sound ora lo sentiamo più nostro, c’è una maggiore consapevolezza, ma la strada non finisce mai ed è piena di ostacoli da superare» hanno dichiarato i membri della band. Gli Indubstry hanno fino ad oggi condiviso il palco con i 99 Posse, Asiandub Foundation, Aprhodite, Ln Ripley, Subsonica, Nobraino ed, inoltre, hanno partecipato a festival nazionali ed internazionali: da ricordare, l’apertura del concerto di Manu Chao alla Mostra d'Oltremare a Napoli e, non da meno, festival come Voci dal Sud, Calafrika, Indasirino ed Ecosuoni. Undici le tracce che compongono il nuovo album, tutte in inglese ad esclusione dei due featuring: il primo singolo "Fuoco", che vanta la collaborazione artistica di Luca Persico - also know as Zulù (99 Posse) - e "Paren e mast", con featuring di Clementino. In una tracklist assolutamente esportabile, i due brani in collaborazione dimostrano il legame del gruppo alla propria terra, affermata attraverso il dialetto napoletano e tematiche sociali che riguardano il territorio. Degni di nota anche i brani "Book of Dub" e "Realize in Dub", Dub Version dei rispettivi brani Book of Life e Realize, realizzati dal noto music producer e sound engineer Umberto Echo. "Overcome" ha tutte le carte in regola per sancire la consacrazione degli Indubstry nella scena reggae non solo campana, ma nazionale. © Riproduzione riservata