Domenica 27 maggio 2018 19:35

Quanti mezzi pubblici ci sono a Napoli? Viaggio nei depositi di Anm, Eav e Ctp
L'Anm non se la passa bene (e non è una novità), piccoli barlumi in casa Eav. La Ctp punta sul ritorno in strada dei filobus

18 aprile 2018

Aumentano i treni in circolazione sui binari di Cumana e Circumflegrea. Ieri erano quindici, un picco che non si toccava dal 2010. Lo ha reso noto l'Eav con un post su Facebook. L'aumento del materiale rotabile ha permesso il ripristino del collegamento tra Bagnoli e Montesanto con partenze a distanza di dieci minuti. Secondo l'azienda il miglioramento del servizio è dovuto all'immissione in servizio di tre nuovi convogli ET500. È una buona notizia. Dinanzi alle carenze delle flotte c'è da esultare quando entrano in servizio dei nuovi mezzi. La penuria di automezzi e materiale rotabile, acuitasi negli ultimi anni, è un argomento ricorrente a Napoli. I pendolari si lamentano - e come dargli torto - mentre la politica si interroga da anni sulle soluzioni da adottare. Le aziende di trasporto non navigano nell'oro e in tanti casi il pesce si frigge con l'acqua. Dinanzi ad un problema del genere la domanda sorge spontanea: ma quanti mezzi di trasporto pubblico ci sono a Napoli?

Pochi autobus nei depositi Anm

Sotto il profilo numerico l'Anm è l'azienda che messa peggio. La fotografia dell'ultimo censimento della flotta non promette niente di buono. Sono disponibili 402 autobus diesel, 45 a metano, 59 filobus e 42 tram (questi ultimi sono fermi nei depositi in attesa della riattivazione delle linee). Il numero dei veicoli di superficie continua ad assottigliarsi da venti anni a questa parte. Basta pensare che nel 1997 furono acquistati 600 nuovi autobus che andarono ad integrare una flotta che contava già alcune centinaia di mezzi. Il paragone con le altre città è impetuoso. A Roma l'Atac può contare su circa 2000 autobus, più di 150 tram e 30 filobus. La milanese Atm dispone di 1334 autubus, 137 filobus e addirittura 443 tram. Numeri decisamente migliori anche per la Gtt di Torino con più di mille autobus e diverse decine di tram.

Piccoli passi avanti per l'Eav

L'aumento a quindici unità del materiale rotabile in servizio sui binari flegrei è dunque una buona notizia. Nell'ultimo censimento Eav Cumana e Circumvesuviana potevano contare su tredici elementi. L'ex Circumvesuviana dispone di 58 unità mentre l'Alifana e la linea Napoli-Benevento via Cancello hanno a disposizione cinque treni ciascuna. Se la passa peggio la metropolitana extraurbana Piscinola-Aversa dove i convogli in servizio sono solo tre a causa di problemi legati alla manutenzione. I treni che fanno la spola tra la periferia nord di Napoli e Aversa risalgono alla seconda metà degli anni Settanta. Si tratta unità già in servizio sulla metropolitana di Roma acquistate usate nel 2006.

La cura del metano della Ctp

Il viaggio tra le flotte delle aziende di trasporto partenopee si conclude con la Ctp, partecipata della Città Metropolitana. Gli autobus a disposizione sono 382. La buona notizia è che 129 sono alimentati a metano e rispettano l'ambiente. Pochi mesi fa, inoltre, l'amministratore unico Augusto Cracco annunciò l'arrivo di ulteriori 25 autobus. Il parco mezzi è completato da 13 filobus, tornati in attività a gennaio dopo anni di inattività.

© Riproduzione riservata