Martedi 26 settembre 2017 18:29

Giovane italiano ucciso a Lloret de Mar, la furia omicida tra l’indifferenza della folla




LLORET DE MAR (SPAGNA) - Calci e pugni, perfino quando era in terra. Una ferocia inaudita che ha ucciso un italiano di 22 anni a Lloret de Mar, località turistica spagnola.

La polizia è stata chiamata alle 3 del mattino di sabato in una discoteca per una rissa, e quando è arrivata ha trovato l'italiano in gravi condizioni. Trasportato in ospedale, è morto nella notte.

Per la morte del  giovane, 22enne di Scandicci in provincia di Firenze, sono stati arrestati tre russi, di 20, 24 e 26 anni che sarebbero stati ripresi da diverse videocamere e smartphone all'esterno della discoteca mentre si avventavano sul connazionale fino ad ucciderlo, il tutto tra l'indifferenza della folla che non è intervenuta per placare la furia omicida dei giovani russi.

Nella giornata di ieri è arrivata anche la nota della Farnesina: «La Farnesina conferma il decesso di un connazionale in Spagna a seguito di un'aggressione. La Farnesina e il Consolato Generale d'Italia a Barcellona stanno seguendo sin dall'inizio il caso con la massima attenzione. Il Consolato, che sta prestando alla famiglia ogni possibile assistenza, è in contatto con le Autorità locali e al momento sono in corso accertamenti volti a chiarire la dinamica dei fatti».

© Riproduzione riservata