Mercoledi 19 settembre 2018 11:51

Crollo delle nascite in Italia, meno figli e mamme più anziane
Diminuiscono le nascite in Italia, rispetto al 2008 sono 91mila in meno. E le mamme italiane sono sempre più anziane: i figli oramai si fanno anche a 40 anni.

28 novembre 2016

ROMA - Calano le nascite in Italia. E' quanto emerge dal rapporto 2016 su Natalità e fecondità della popolazione residente.  Nel 2015 sono stati iscritti all'anagrafe 485.780 bambini, quasi 17 mila in meno rispetto al 2014, a conferma della tendenza alla diminuzione della natalità (-91 mila nati sul 2008). Il rapporto dell'Istat afferisce principalmente alle coppie composte da genitori italiani. Infatti, le donne nostrane in età riproduttiva sono sempre di meno e allo stesso tempo mostrano una propensione ad avere figli sempre più bassa. I nati da genitori italiani scendono a 385.014 nel 2015 (oltre 95 mila in meno negli ultimi sette anni).

Mamme sempre più anziane

Si alza anche l'età media a cui si hanno figli. Otto nati su 100 hanno una madre ultraquarantenne. Il progressivo aumento dei nati da madri over35 riguarda soprattutto il Nord e il Centro del Paese. Nel 2015 le donne hanno in media 31,7 anni alla nascita dei figli, quasi due anni in più rispetto al 1995 (29,8), ma il valore sale a 32,3 anni per le madri di cittadinanza italiana. Circa l'8,3% dei nati ha una madre di almeno 40 anni mentre nel 10,3% dei casi la madre ha meno di 25 anni. Considerando le sole donne italiane la posticipazione della maternità è ancora più accentuata: il 9,3% ha almeno 40 anni e solo l'8,2% meno di 25 anni.

© Riproduzione riservata