Martedi 22 agosto 2017 20:33
Diario Partenopeo

Notizie ed Eventi della citta' di Napoli


Euro Cup, l’Acquachiara accusa: «Posillipo violento, la mano di Perez è ridotta così»




L'azione del morso a PerezLa sconfitta nella finale di Euro Cup ha lasciato ferite in casa Acquachiara. E non solo nell'animo. La società di Franco Porzio ha diramato un comunicato dai toni duri in cui si accusano i giocatori del Posillipo di avere assunto un atteggiamento violento in occasione della finale di sabato scorso. Nel mirino dell'Acquachiara due episodi accaduto in gara due: l'infortunio a Scotti Galletta - che lo terrà fuori fino alla fine della stagione - e un morso ricevuto da Amaurys Perez, sfuggito alle telecamere e agli spettatori. Amaro il commento di Andrea Scotti Galletta che  ha riportato il distacco del tendine del pettorale, i cui tempi di guarigione sono stimati in cinque mesi. «Sono avvilito, amareggiato: ci tenevo tanto a disputare i playoff - ha dichiarato il difensore acquachiarino -, ci tenevo particolarmente alla rivincita con il Posillipo nei quarti di finale. Ma adesso le mie preoccupazioni sono altre: ho timori per il prosieguo della mia carriera perchè si tratta di un infortunio molto grave, oltre che inusuale. I medici mi hanno detto che il distacco del tendine del pettorale, nella storia dello sport, si è verificato soltanto in una trentina di casi». Furibondo il tecnico dell'Acquachiara, Paolo De Crescenzo, che, nella nota, ha espresso il proprio disappunto per l'accaduto: «Mi spiace innanzitutto per quello che è accaduto ad Andrea e gli auguro - non solo perchè sono il suo allenatore ma anche e soprattutto come uomo di sport - una rapida guarigione. Premetto a ciò che sto per dire che non è assolutamente in discussione la legittimità del successo del Posillipo, la squadra di Occhiello ha meritato sia la vittoria in gara 2 sia il successo in Euro Cup perchè nell'arco delle due partite ha giocato meglio rispetto a noi. Quello che voglio sottolineare è che l'incolumità dei giocatori deve essere maggiormente tutelata. Durante gara 2 della finale di Euro Cup sono avvenuti episodi di brutalità nel vero senso della parola, e non solo come entità del fallo commesso, che in questi casi prevede che la squadra responsabile debba subire un tiro di rigore e debba giocare con un uomo in meno per quattro minuti effettivi di gioco. Gli arbitri non hanno visto e non hanno sanzionato, ma può succedere. Ciò che non deve succedere più sono gli episodi di violenza gratuita». La replica del Posillipo è stata affidata all'allenatore, Mauro Occhiello, che a Waterpolopeole.com ha dichiarato: «Con De Crescenzo ho già parlato di questi episodi, ma non ho ancora visto il filmato della gara, per cui non posso dare alcun giudizio. Posso dire soltanto che, se il morso a Perez c'è stato, si tratta di un comportamento anti-sportivo che va sicuramente condannato. Purtroppo in Euro Cup è successo anche a noi: Mandolini è stato colpito con un morso alla spalla da un giocatore della Steaua Bucarest». © Riproduzione riservata