Mercoledi 22 novembre 2017 05:04

Il derby Posillipo-Acquachiara si tinge di rossoverde. Male la Canottieri
A tre partite dalla fine del campionato, la Canottieri cade alla Scandone. Il Posillipo batte i biancazzurri e consolida il quarto posto in classifica.

23 aprile 2017



C.N. Posillipo - Acquachiara 12-8

Parte in quarta il Posillipo che nel primo tempo lascia poco spazio agli avversari. A segno prima Vlachopoulos e poi Subotic in superiorità. Risponde Cupic per i biancazzurri ma Mattiello firma il temporaneo 3-1. Ancora in attacco i rossoverdi nel secondo quarto con Mattiello e Subotic che allungano, portandosi a +4 dagli avversari. Reagisce l'Acquachiara con le reti di Steardo e Confuorto: il secondo tempo si chiude con un parziale di 2-2. Nella seconda metà di gioco gli uomini di Porzio accorciano le distanze con le reti di Steardo e Lanzoni. Ma gli stranieri del Posillipo fanno la differenza: Vlachopoulos e Dervisis mettono a segno le reti del temporaneo 8-6. Nell'ultima frazione di gioco il Posillipo mostra la propria superiorità: Cupic e Lanzoni provano a dare speranza all'Acquachiara, ma l'ex Marziali e la decisiva doppietta di Klikovac mettono fine alla sfida. Pino Porzio ha parlato così del derby: «Perdere con il Posillipo ci può stare. Un pizzico di rammarico c'è, perché i ragazzi erano riusciti a rimediare ad una brutta partenza nella fase centrale della partita. Poi, purtroppo, il Posillipo si è staccato nuovamente, complice la nostra inesperienza. Peccati di gioventù di una squadra che ha bisogno di crescere».

C.N. POSILLIPO-CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA 12-8 (3-1; 2-2; 3-3; 4-2)

C.N. POSILLIPO: Sudomlyak, Ricci, Rossi, Foglio,  Klikovac 3, Mattiello 3, Renzuto, Subotic 2, Vlachopoulos 2, Marziali 1, Dervisis 1, Saccoia, Negri. All. Occhiello
CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Lamoglia, Del Basso, Tozzi, Steardo 2, Sanges, Robinson, Barroso 1, Cupic 2, Lapenna, Krapic, Confuorto 1, Lanzoni 2, Cicatiello. All. Porzio
Arbitri: Paoletti e Petronilli
Superiorità Numeriche: Posillipo 5/13 e Acquachiara 5/13
Note: Usciti per limite di falli Steardo, Robinson e Confuorto (A) nel quarto tempo. All'inizio della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento per la morte del ciclista Michele Scarponi. Spettatori 250 circa.

C.C. Napoli-Carisa R.N. Savona 4-8

La Carisa Rari Nantes Savona espugna la Scandone: finisce 8-4 la sfida con la Canottieri. Vittoria che, di fatto, pesa poco ai giallorossi, ma permette ai liguri di qualificarsi matematicamente per la Final Six. Equilibrio nella prima metà di gioco: ad andare in vantaggio per prima è stata la Carisa Savona, ma i padroni di casa sono rimasti al passo degli avversari. Il secondo quarto si è concluso con un punteggio temporaneo di  3-3. Staccano gli uomini di Angelini nel terzo tempo: la doppietta di Gounas porta gli ospiti a +2 dalla Canottieri. Non arriva l'attesa rimonta dei padroni di casa: ci prova Velotto, ma prima Damonte e poi Ravina e Gounas, consegnano la vittoria alla Carisa Savona.

C.C. NAPOLI-CARISA R.N. SAVONA 4-8 (1-1; 2-2; 0-2; 1-3) 

C.C. NAPOLI: Rossa, Buonocore, Maccioni, Baviera, Giorgetti, Borrelli 1, Dolce 1, Campopiano 1, Gitto, Velotto 1, Baraldi, Esposito, Vassallo. All. Zizza
R.N. SAVONA: Antona, Colombo, Damonte 1, Conterno, Bianco, Ravina 2, Grosso, Milakovic 1, Bianco, Gounas 4, Piombo, Poggi, Missiroli. All. Angelini
Arbitri: Navarra e Scappini
Superiorità Numeriche: Napoli 4/15 e Savona 3/11
Note: uscito per limite di falli Piombo (S) nel terzo tempo. Espulsi per reciproche scorrettezze Dolce (CCN) e G. Bianco (S) nel quarto tempo. All’inizio della partita e’ stato osservato un minuto di raccoglimento per la morte del ciclista Michele Scarponi. Spettatori: 100 circa.
© Riproduzione riservata