Mercoledi 20 settembre 2017 13:06

Pallanuoto, giornata nera per Napoli: perdono Canottieri, Posillipo e Acquachiara

29 gennaio 2017



Canottieri Napoli-Pro Recco 5-11

Non riesce la Mission Impossible della Canottieri che cede in casa 5-11 contro la Pro Recco. La formazione di Zizza, nonostante le assenze pesanti di Baraldi e Giorgetti, riesce a limitare i danni in fase difensiva. La mancanza dei due, però, si avverte in attacco. L'armata di Vujasinovic riesce ad uscire dalla Scandone concedendo, in tutto l'arco della partita, due sole superiorità agli avversari. La partita resta viva fino all'intervallo lungo (3-5), poi nel terzo tempo il Recco prende il largo. Gli ospiti iniziano le rotazioni e sfiancano l'avversario, consolidando il primo posto in classifica.

CANOTTIERI NAPOLI-PRO RECCO 5-11 (2-3, 1-2, 1-4, 1-2)
CANOTTIERI NAPOLI: Vassallo, Buonocore 1, Maccioni, Baviera, Brancaccio, Borrelli 2, Dolce 1, Campopiano 1, M. Gitto, Velotto, Di Martire, Esposito, Rossa. All. Zizza
PRO RECCO: Volarevic, F. Di Fulvio, Mandic 3, Figlioli 2, Fondelli 2, E. Di Somma 1, Sukno 1, Bruni, Figari 1, Bodegas, Aicardi, A. Ivovic 1, Dufour. All. Vujasinovic
Arbitri: Centineo e Taccini
Superiorità numeriche: Canottieri 1/2, Pro Recco 2/6.
Note: Nessun giocatore uscito per limite di falli raggiunto.

Bpm Sport Management-Posillipo 6-4

Il Posillipo dura tre tempi a Busto Arsizio. In casa della Sport Management gli uomini di Occhiello cedono negli ultimi otto minuti, facendosi rimontare il vantaggio di una rete costruito prima della penultima sirena. Partita equilibrata e combattuta, con difese attente e competitive anche in inferiorità. Percentuali basse con l'uomo in più per entrambe le formazioni. La partita si decide negli ultimi minuti. Bini, autore del pareggio, porta i padroni di casa sul 5-4. Poi, a 57'' dalla fine, Petkovic mette dentro la palla della sicurezza. Il Posillipo subisce l'aggancio del Savona al sesto posto, la Bpm tiene il passo del Brescia con cui condivide il secondo posto.

BPM SPORT MANAGEMENT- CN POSILLIPO 6-4 (1-2; 2-0; 0-2; 3-0)
BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Gallo, N. Gitto, Valentino, R. Blary, A. Petkovic 1, S. Luongo, Jelaca, Mirarchi, Bini 3, Razzi 1, Deserti 1, Viola. All. Baldineti
CN POSILLIPO: Negri, Cuccovillo, Rossi 1, Foglio, Klikovac, G. Mattiello 1, Renzuto, Subotic, Vlachopoulos 1, Marziali 1, Dervisis, Saccoia, Sudomlyak. All. Occhiello
Arbitri: Fusco e Riccitelli
Superiorità numeriche: Sport Management 3/11 e Posillipo 2/10
Note: Espulso per gioco scorretto Klikovac (P) nel quarto tempo. Spettatori 168.

Trieste-Acquachiara 11-9

Non riesce il sorpasso all'Acquachiara che perde a Trieste. Torna l'abulia con l'uomo in più che si era vista già contro il Posillipo. La squadra di Pino Porzio insegue per tutta la partita, ma si scontra con le difficoltà offensive. 5/14 in superiorità è un dato che non può bastare per vincere su un campo ostico come quello giuliano. I padroni di casa allungano già nei primi due tempi, arrivando fino al +4 nella terza frazione. L'Acquachiara cerca una reazione quando oramai Trieste è già al largo. Agli uomini di Piccardo basta gestire il vantaggio nell'ultimo periodo. Finisce 11-9.

PALLANUOTO TRIESTE-ACQUACHIARA 11-9 (3-1; 3-2; 2-3; 3-3)
PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio, Ferreccio 1, Giorgi, Giacomini, Di Somma A. 1, Rocchi, Vukcevic 4, Elez 3, Mezzarobba, Obradovic 2, Vannella. All. Piccardo.
CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Lamoglia, Del Basso, Tozzi, Steardo 1, Sanges, Robinson 1, Barroso 1, Cupic 1, Lapenna, Krapic 2, Confuorto 1, Lanzoni 2, Cicatiello. All. Porzio.
Arbitri: Paoletti e Scappini.
Superiorità numeriche: Trieste 5/9, Acquachiara 5/14.
Note: usciti per limite di falli Sanges (A), Di Somma (T), Petronio (T) e Steardo (A) nel quarto tempo.

© Riproduzione riservata