Domenica 19 novembre 2017 13:21

Vittoria De Luca, Caldoro «Non scappo, sarò tra i banchi dell’opposizione»




NAPOLI - «È evidente che di questa vittoria va dato merito politico-elettorale all’Udc, e quindi a De Mita e ai cosentiniani che insieme hanno raggiunto il 3,5%». Sono le prime parole dell'ex governatore Stefano Caldoro, sconfitto da Vincenzo De Luca per pochi punti percentuali, pronunciate durante la conferenza stampa post voto. «Da parte mia non ci sarà nessuna fuga dalla politica - continua - Sarò tra i banchi dell'opposizione, non scappo il giorno dopo. Ho sempre fatto scelte di coerenza e rappresenterò l'attività di questa Giunta regionale tra i banchi dell'opposizione». Poi in riferimento alla legge Severino ha aggiunto «De Luca ha detto che la legge Severino non avrebbe creato problemi, perché non sarebbe stata applicata a chi è eletto la prima volta. Non credo che sarà così. Se è vero che a lui non si applica come ha detto - ha affermato - allora ci troveremo di fronte a una verità, altrimenti ci troveremo di fronte a una bugia. Speriamo che sia giusta l'interpretazione, o meglio che siano giuste le promesse, di De Luca e del Governo». «La vittoria di De Luca è stata contrassegnata dagli avvenimenti di questi giorni che hanno prodotto un elemento di rivalsa a Salerno. A Salerno questa forma di rivalsa ha determinato sulla candidatura di un salernitano un risultato straordinario che dà una differenza di 110 mila voto solo sulla provincia di Salerno». «In mille sezioni su quasi seimila, ci sono 110 mila voti - conclude Caldoro - che sono una cifra elettorale incolmabile». © Riproduzione riservata