Domenica 19 novembre 2017 02:03

Minacce a pubblico ufficiale, indagato il deputato Cesaro. «Ho agito in maniera chiara»
Il parlamentare è indagato Luigi Cesaro accusato di minacce a pubblico ufficiale in relazione a presunte pressioni nei confronti di una funzionaria del Comune di Sant'Antimo

01 giugno 2017



SANT'ANTIMO (NA) - Un invito a comparire per rendere interrogatorio è stato emesso dalla Dda di Napoli nei confronti del deputato di Forza Italia, Luigi Cesaro  nell'ambito dell'inchiesta sulla gestione degli appalti nel comune di Sant'Antimo, in provincia di Napoli.

A quanto si è appreso il parlamentare è indagato per minacce a pubblico ufficiale, reato aggravato dall'articolo 7 per le modalità mafiose, in relazione a presunte pressioni che avrebbe esercitato nei confronti di una funzionaria del Comune di Sant'Antimo per la realizzazione di opere da parte di imprese di cui sono titolari i fratelli, già destinatari di un'ordinanza cautelare nei giorni scorsi.

Articoli correlati

Camorra e appalti, arrestati a Napoli i fratelli di Cesaro 

Immediata la replica del deputato che chiarisce: «La decisione della Procura di ascoltami mi darà l'occasione di ricostruire i termini di una vicenda assolutamente lineare e priva di qualsiasi connotazione di rilevanza penale. Il mio auspicio - ha aggiunto - è che, in tale modo, io possa contribuire ad interrompere una incivile spirale mediatica di demonizzazione della mia persona». «A questo proposito - ha sottolineato l'onorevole Cesaro - già da qualche giorno, ho denunciato per calunnia chi ha voluto, con  criminale farneticazione, attribuirmi comportamenti illeciti in occasione dell elezioni comunali di Sant'Antimo di qualche anno fa».

© Riproduzione riservata