Giovedi 24 agosto 2017 03:19

Primarie Pd, scoppia il caso Ercolano con il video di Fanpage




ERCOLANO (NA) - «Ci sono venuti a prendere con l’auto del centro di accoglienza e ci hanno portato a votare poi ci hanno detto di votare per la terza persona sulla scheda. Io l’ho fatto perché speravo di poter ottenere aiuto per i miei documenti per rimanere in Italia». Così un giovane migrate ha raccontato ai microfoni di Fanpage.it in un video diffuso in rete che ha scatenato nuove polemiche sulla gestione delle primarie del Pd in Campania.

L'immigrato è uno degli ospiti del centro di accoglienza di Ercolano, città dove domenica scorsa è stato notato, in uno dei seggi per le primarie dem, una trentina di extracomunitari in fila e che hanno poi votato.

Fanpage.it, che già nel 2016 è stato autore di un altro video che fece scoppiare il caso degli euro distribuiti all'esterno dei seggi per le primarie dem di Napoli, sottolinea nel proprio servizio anche il boom dei votanti a Ercolano: 5.137 contro i 1.853 del 2013.

Articoli correlati

Primarie Pd, in fila per votare anche i migranti del centro di accoglienza di Ercolano
Primare Pd a Napoli, trionfo di Renzi; raggiunge il 73,6%

Immediata la reazione di Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord alla Camera, che ha chiesto l'intervento della magistratura aprendo un'inchiesta.

Diversa, invece, la reazione del sindaco della cittadina all'ombra del Vesuvio, Ciro Bonajuto che convinto dell'ennesimo polverone ha dichiarato: «Un polverone inverosimile, si sta tentando di gettare ombre su una giornata di grande partecipazione popolare, insistendo sul voto di poche decine di migranti su 5mila elettori. Mi sembra ridicolo - continua - che, con un voto trasparente, in due seggi con otto postazioni ciascuno controllate ognuna da tre volontari, si pensi a 30 immigrati in grado di spostare le percentuali su 5mila votanti complessivi. Siamo vicini al centro di accoglienza, gli immigrati partecipano a tante iniziative comunali. Ridicolo che si possa pensare al loro voto come contropartita al permesso di soggiorno che ricevono autonomamente dalla Prefettura senza che altri possano condizionarne la concessione».

Tuttavia la polemica è esplosa e sul caso Ercolano, sollevato da Fanpage.it, Fedriga ha rincarato la dose: «E' una vergogna. Non hai i voti degli italiani? Te li compri ospitando migliaia di immigrati clandestini a spese degli italiani. Vogliamo capire chi c'è dietro questa organizzazione di Ercolano».

© Riproduzione riservata