Lunedi 23 ottobre 2017 00:54

Sicurezza Napoli, Pinotti «Pronti ad inviare 1000 soldati. Non è militarizzazione»




ERCOLANO (NA) - «A Napoli torno volentieri perché amo questa città, questa regione e le persone che incontro. Se in questo momento servono, per la situazione che la città sta vivendo, 500 o 1000 soldati noi siamo disponibili come abbiamo fatto per l’Expo. Questo lavoro ovviamente va fatto in accordo con il ministero degli Interni. Non con l’idea di militarizzazione ma per coadiuvare le attività delle forze dell’ordine». Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, parlando dal palco della Festa dell’Unità ad Ercolano. Il ministro, poi, rispondendo alle domande dei giornalisti circa le vicende legate alla candidatura a sindaco di Napoli, ha risposto «se ci inseriamo nel discorso primarie chi ha voglia si candidi per i motivi più diversi ma non mi pare che a Napoli siamo andati benissimo l’ultima volta. Non disconosco uno strumento che è potente ma se unito alla politica non se la politica la deresponsabilizza anche senza individuare le persone che sappiano governare». Sull’ipotesi di una ricandidatura di Antonio Bassolino «non mi addentro nei nomi, è sbagliato come far scegliere i nomi ai giornali. Un altro gioco che si fa è decidere che a decidere, anche prima delle primarie, chi le vincerà, siano i giornali. Troviamo qualcosa che mobiliti». © Riproduzione riservata