Martedi 22 agosto 2017 07:22

Dall’Università di New York a Scampia, studenti americani in visita nella terra di Gomorra




NAPOLI - Dall’Università di criminologia di New York a Napoli, per studiare dal vivo Scampia e la camorra. Una vera e propria full-immersion nella terra di Gomorra per un gruppo di studenti statunitensi: un'iniziativa destinata a far discutere, o forse no, perchè a organizzare il tutto e a guidare i ragazzi americani in un tour nelle strade della faida e dello spaccio sarà l'associazione (R)esistenza, un laboratorio che dal 2008 che lotta per evitare la ghettizzazione del quartiere e che cerca di portare alla luce «quel tessuto sociale che non si è arreso alla camorra, e che va avanti nonostante tutto», per usare le parole del presidente dell'associazione Ciro Corona. L'obiettivo è insomma quello di mettere in chiaro una cosa: nonostante i suoi problemi, Scampia non è solo quell'immagine proiettata dai media nel mondo. Tra le tappe previste la visita alle Vele, il progetto Maddaloni dello Star Judo Club che da anni è impegnato nel recupero di giovani a rischio, poi colazione all'Officina delle Culture Gelsomina Verde fino all'incontro con il dirigente del commissariato di Scampia dott. Cristiano Tatarelli. © Riproduzione riservata