Sabato 25 novembre 2017 00:55

De Luca: «Fuorionda intercettato? E’ camorrismo giornalistico»

05 aprile 2017



NAPOLI - Lo ha definito "camorrismo giornalistico" il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il fuorionda intercettato la settimana scorsa mentre parlava del Pd e del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris con il parlamentare Leonardo Impegno.

Articoli correlati

Fuorionda De Luca contro de Magistris e Pd, tirato in ballo il questore De Iesu

«I giornalisti - ha detto il governatore - dovrebbero scandalizzarsi per i truffatori, perché il giornalismo è un'altra cosa. Qui invece io sto parlando di camorrismo. Sarà possibile dire che c'è qualche imbecille tra i giornalisti? Chi mi intercetta a casa mia è un farabutto. Camorrismo è propensione alla violenza. Io non parlo della categoria ma di comportamenti, che qualifico come diavolo mi pare».

Fatto sta che sia l'Ordine dei giornalisti della Campania e che il sindacato unitario dei giornalisti della Campania hanno denunciato il "volgare linguaggio" dichiarando: «De Luca è spesso arrogante nei confronti della stampa, non sopporta le critiche e di frequente neppure le domande, ma ora ha superato ogni limite».

© Riproduzione riservata