Mercoledi 16 agosto 2017 19:14

Telefonata tra de Magistris e Renzi, prove di disgelo: fissato un incontro




ROMA - Prove di disgelo tra Palazzo Chigi e Palazzo San Giacomo. Dopo la ruvida campagna elettorale per le amministrative, durante la quale de Magistris e Renzi non se le sono mandate a dire, ora sembra esserci un timido ritorno al dialogo. Il sindaco di Napoli lo aveva promesso all'indomani della rielezione: avrebbe tentato di riallacciare i contatti con il premier, fermo restando la netta opposizione al commissariamento di Bagnoli. Il primo contatto telefonico è arrivato ieri sera, come rivelato dal primo cittadino. Renzi gli ha chiesto di "riconoscere" il ruolo del commissario per Bagnoli, Salvo Nastasi. Ma il 'no' di de Magistris è stato netto. «La mia posizione rispetto al commissario - ha detto de Magistris - è nota. Io non lo riconosco. Ho detto al presidente Renzi che l'incontro non può essere condizionato dal riconoscimento da parte mia di qualcosa che è irricevibile e lui ha capito. Ci vedremo per parlare di tante questioni relative a Napoli». La telefonata non è servita ad uscire dall'impasse, ma ha comunque avuto un effetto. La settimana prossima, infatti, si terrà  l'incontro tra de Magistris e il presidente del Consiglio. Un faccia a faccia "senza pregiudiziali", come ha spiegato il sindaco. © Riproduzione riservata