Domenica 24 settembre 2017 23:07

Visita di Renzi a Nisida, piovono critiche dalla Camera penale minorile




NAPOLI - Si è svolta oggi la visita in città del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, la cui prima tappa si è svolta al carcere minorile di Nisida. Un incontro che ha visto protagonisti il premier e i giovanissimi ospitati dalla casa circondariale, che tuttavia ha suscitato diverse polemiche da parte della Camera penale minorile. Infatti, in un comunicato stampa a firma del presidente dell'ente, Mario Covelli, si legge «Le affermazioni del presidente del Consiglio, in visita oggi all’Istituto penale minorile di Nisida, secondo cui c’e’ l’impegno del Governo a favore dei minori detenuti sono valide, ma nei fatti contraddette dal ddl 2953/2015, proposto dall’esecutivo, che prevede la soppressione dei tribunali per i minorenni e la loro trasformazione in sezioni specializzate presso i tribunali ordinari, approvato il mese scorso alla Camera e ora in discussione al Senato della Repubblica». Parole che stonano con quelle che sono le affermazioni di Matteo Renzi e che si aggiungono alla grande polemica intorno alla sua visita in città di quest'oggi. «Il recupero ed il riposizionamento sociale del minore possono essere assicurati solo da un organo giudicante specializzato ed autonomo, come il tribunale per i minorenni. Il premier Renzi parla inoltre di Nisida come luogo di dolore, ma dimentica di essere inerte come i suoi predecessori che, fin dal 1975 avrebbero dovuto provvedere a far approvare un ordinamento penitenziario specifico per i condannati minorenni e per i condannati per fatti commessi da minore, ma non hanno mai provveduto - conclude il presidente della Cpm - per cui in palese violazione dei precetti costituzionali, continuano ad applicarsi agli stessi le norme previste per i condannati maggiorenni». ©Riproduzione riservata