Martedi 26 settembre 2017 23:38

De Luca si insedia a Palazzo Santa Lucia. Già si lavora alla composizione della Giunta




NAPOLI - Vincenzo De Luca è arrivato pochi istanti fa a Palazzo Santa Lucia ma come è suo costume ha sorpreso tutti, preferendo entrare da un ingresso laterale a via Marino Turchi, mentre una folla di giornalisti e fotografi lo attendeva al portone principale di via Santa Lucia. Superati gli ostacoli della legge Severino De Luca ha preso possesso dell'ufficio che gli spetta come governatore della Regione Campania al terzo piano di Palazzo Santa Lucia. Sebbene non ci sia stato alcun scambio di consegne ufficiale perchè il suo predecessore Stefano Caldoro ha lasciato Palazzo della Regione subito dopo la proclamazione, il 18 giugno, Vincenzo De Luca si insedia confortato dalle parole del premier Matteo Renzi che ha confermato il sostegno e l'impegno del Governo al neo presidente. «Sono pronto a dargli tutto il mio sostegno perchè se riparte la Campania riparte l’Italia» aveva detto nel corso di un'intervista a il Messaggero. Nel giorno del debutto in Regione De Luca dopo l'incontro con i giornalisti nella sala della Giunta lavorerà alla composizione di quest'ultima che salvo sorprese il governatore dovrebbe ufficializzare giovedì sera dopo l’insediamento del Consiglio regionale. Sarà una giunta di tecnici, di sette, massimo otto assessori sui dieci previsti dallo Statuto. Per il ruolo di vice, la casella più importante anche in vista degli sviluppi della Severino, resta favorito il suo uomo di fiducia il deputato del Pd Fulvio Bonavitacola. Tuttavia regna ancora il massimo riserbo. In giunta dovrebbero trovare posto diversi professori universitari, tra gli altri l'ex rettore Raimondo Pasquino, attuale presidente del consiglio comunale di Napoli, l’ex rettore dell’Orientale Lida Viganoni, Antonello De Luca del Politecnico di Napoli, Amedeo Lepore, docente con un robusto passato politico che potrebbe ottenere la delega al Bilancio. Tra i tecnici Carlo Neri per i fondi europei, Giuseppe Zuccatelli per la sanità e tra le donne Angela Pace e Antonietta Sannino. Mentre per la presidenza dell’aula il nome indicato è quello di Rosetta D’Amelio, consigliere anziano e componente di area riformista. Ma non solo, per oggi sono attesi anche atti su ambiente, trasporti, sanità e la controfirma sugli atti già siglati dai dirigenti nell'ultimo mese a cominciare dagli stipendi ai dipendenti della Regione e delle aziende partecipate. De Luca, inoltre, potrà iniziare a firmare anche alcuni atti monocratici come i Dpgrc (Decreti del presidente della giunta regionale) e nominare il suo staff ossia il Capo di gabinetto, il Capo della segreteria e dell'Ufficio legislativo. © Riproduzione riservata