Martedi 26 settembre 2017 16:23

Listopoli a Napoli, candidati a loro insaputa: c’è un primo indagato

07 febbraio 2017



NAPOLI - C'è un primo indagato a Napoli nell'ambito dell'inchiesta sui candidati a loro insaputa nelle comunali 2016 a Napoli, venuto a galla con la denuncia di una ragazza disabile, che ha scoperto di essere stata inserita tra i candidati della lista "Napoli Vale" a sostegno della parlamantare del Pd, Valeria Valente.

A quanto si è appreso l'indagato sarebbe un consigliere comunale contro il quale si ipotizza il reato di violazione della legge elettorale in quanto avrebbe certificato alcune candidature all'insaputa degli interessati.

E' la sola iscrizione nel registro degli indagati che risulta, al momento, nell'inchiesta condotta dal pm Stefania Buda e coordinata dal procuratore aggiunto Alfonso D'Avino. L'inchiesta è concentrata in particolare sulla lista "Napoli Vale", nella quale sarebbero emerse finora nove casi di presunte candidature irregolari.

La Valente sarà ascoltata domani in qualità di persona in formata dei fatti dal pm Buda.

Articoli correlati

Napoli, ragazza disabile candidata a sua insaputa alle elezioni
Ragazza down candidata a sua insaputa, la Procura apre un fascicolo
Candidata a sua insaputa. Appello a Renzi: «Intervenga sulla vicenda»
Listopoli a Napoli, Valente: «Non escludo nulla, neanche il complotto»
Listopoli, lo sdegno di Bassolino: «Assurdo che il Pd resti in silenzio». De Magistris: «Noi non facciamo politica a "sua insaputa"»
Listopoli a Napoli, la Valente sarà ascoltata in Procura
© Riproduzione riservata