Martedi 22 agosto 2017 01:34

Il governo taglia i fondi per i corsi di formazione, meno soldi alla Campania




NAPOLI - In arrivo da Roma tagli ai fondi per il finanziamento dei corsi di formazione professionali in Campania. Motivo ufficiale che ha spinto in governo a tale scelta, secondo quanto riportato anche dall'edizione odierna di Repubblica, sarebbero i risultati ottenuti l'anno scorso per quanto riguarda il numero di iscritti ai corsi e i diplomi conseguiti. In base ai dati relativi al 2014 in Campania non ci sarebbero stati iscritti, mentre i nuovi diplomati invece avrebbero raggiunto quota 6mila. Numeri che al confronto con le altre regioni italiane, come ad esempio le 11.352 iscrizioni registrate in Sicilia o 42.301 della Lombardia, hanno indotto il governo ad erogare solo 2,6 milioni, addirittura meno di Puglia (4,3 milioni), Friuli (5,5 milioni) e Liguria (2,9 milioni). «Il problema - fanno sapere dagli uffici di via Santa Lucia - sono le scelte tecniche e politiche errate che durano da 10 anni. La vecchia giunta Bassolino aveva puntato su programmi alternativi, i cosiddetti Pas, svolti negli istituti professionali, coinvolgendo coloro che abbandonavo l'istruzione. Corsi biennali, laddove per la qualifica riconosciuta a livello nazionale ce ne volevano tre. A questo punto ci chiediamo, visto che abbiamo perso le poche risorse nazionali sulla formazione, che fine faranno i miliardi dei fondi europei?». © Riproduzione riservata