Mercoledi 22 novembre 2017 04:33

Comunali Napoli 2016, Idv alla tavola rotonda sulle primarie col Pd




NAPOLI - Parte oggi la raccolta firme per la presentazione dei candidati alle primarie del Pd, che definiranno chi sarà lo sfidante del sindaco Luigi De Magistris alle amministrative 2016. Tuttavia, si sa, le primarie del Pd celano sempre aspetti ambigui, se non altro per quanto riguarda la scelta dei nomi, o il sistema di ammissione al voto tanto criticato nelle esperienze più o meno remote. A volte, tuttavia, danno anche vita a fenomeni che lasciano non pochi dubbi: infatti è la presenza di Italia dei Valori alla tavola rotonda assieme al Pd e alla coalizione del centro sinistra per approvare il regolamento delle primarie a far tanto discutere in queste ore. Perché, è lecito domandarsi, il partito satellite di De Magistris, nel quale lui stesso ha militato fino a poco prima dell'esperienza di sindaco, prende parte ad un'esperienza che di fatto lo oppone al sodalizio finora mantenuto col primo cittadino? Sembra un mistero addirittura per chi in Idv ci milita «Non è più possibile portare avanti una politica dei due forni inutile e dannosa - tuona il consigliere regionale Franco Moxedano - Occorre subito chiarezza e questo compito spetta al segretario Ignazio Messina». Ma dalla segreteria nazionale è il portavoce Nello Formisano a fare chiarezza: «Nella riunione della segreteria nazionale che si è tenuta a metà dicembre a Roma, presente l’assessore Pace, abbiamo stabilito che a Napoli, come nelle altre grandi città al voto, saremo alleati del Pd e del centrosinistra. Entro la prima decade di gennaio l’assessore Pace si dimetterà dalla giunta de Magistris». Ma le ambiguità, appunto, pare che siano di casa lì dove si tengono le primarie. L'assessore Caterina Pace sembra, infatti, voler fare un passo indietro «A Napoli c’è una situazione particolare perché nel 2011 Italia dei Valori ha contribuito alla vittoria di de Magistris e da allora fa parte della maggioranza. Credo pertanto che sia utile e opportuna una riflessione ulteriore - ma non fa muro alla segreteria nazionale - Naturalmente quando il partito assumerà una decisione definitiva, io la rispetterò». ©Riproduzione riservata